La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 19 novembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Oggi l’anteprima nazionale del film “La terra buona”

Sabato 24 febbraio al Fiamma la pellicola di Emanuele Caruso girata in Valle Maira e nel Verbano

Una scena del film "La terra buona" che ritrae un gruppo di persone che mangiano seduti ad una tavola comune in una vecchia baita di montagna

Cuneo – Anteprima nazionale sabato 24 febbraio al Fiamma per “La terra buona”, film di Emanuele Caruso. Racconta tre storie, di cui una ispirata alla figura di Padre Sergio e girato in Valle Maira.
Il soggetto è una storia di accoglienza ambientata in Val Grande ai confini con la Svizzera dove il Padre Sergio del film, monaco benedettino di 80 anni, ha passato quasi tutta la vita dedicando parte del suo tempo alla lettura e alla raccolta di libri. Lì in quell’angolo nascosto che Padre Sergio, non senza ironia mista a orgoglio, definisce “uno degli ultimi posti in Italia dove non prende neanche Radio Maria”, arrivano due sconosciuti che stanno cercando una terza persona ospitata in segreto nel piccolo monastero, un medico che ha cercato una via alternativa nella cura del cancro.
L’ispirazione viene dal vero Padre Sergio De Piccoli arrivato nel 1978 a Marmora. Lì ha costruito con le sue mani un piccolo monastero benedettino. Lì nel corso di poco più di trent’anni ha raccolto 60.000 volumi in una biblioteca, la più alta d’Europa, che ha del meraviglioso e dell’assurdo, presidio culturale in un ambiente che si è rapidamente spopolato.
Eppure non è figura chiusa nel proprio mondo culturale. Accanto alla passione per il collezionismo e i libri, Padre Sergio ha coltivato quell’altra struggente passione che è l’accoglienza di giovani sbandati: “Mi hanno tradito, ingannato, derubato, insultato eppure non sono capace di chiudere loro la porta”, scriveva.
Soprattutto a questo aspetto di Padre Sergio si affida la sceneggiatura del film realizzato con un finanziamento crownfunding che ha coinvolto 500 sostenitori. Girato in Valle Maira e nel Verbano, nel film, dice il regista, “si parlerà di un modo diverso di vivere la vita, più legato alla natura e più vicino alle nostre origini”.
“La terra buona” sarà presentato alle ore 21 al Fiamma in anteprima nazionale con biglietti prenotabili sul sito www.vebtic.it. Inizierà invece la regolare programmazione sempre al Fiamma dal 1° marzo, ma sarà visibile anche a Caraglio, Dronero, Centallo.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.