La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 20 settembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Bambini e famiglie a teatro

Domenica 18 febbraio appuntamento al Toselli con lo spettacolo "Di segno in segno"

Una scena dello spettacolo "Di segno in segno" nella quale l'attrice affera due lenzuola bianche sulle quali sono disegnate ali di farfalla variopinte

Cuneo – Sarà la compagnia “Giallo Mare Minimal Teatro” di Empoli la protagonista del sesto appuntamento della rassegna di spettacoli per bambini e ragazzi curata dall’Officina Residenza Teatrale sul palco del Toselli. In cartellone domenica 18 febbraio alle 17,30 “Di segno in segno”, produzione firmata da Vania Pucci, che ne ha curato testo e regia e che sarà in scena insieme ad Adriana Zamboni.
L’azione inizia con una finestra che si apre nel cuore della notte e che offre il pretesto per gettare uno sguardo sul mondo, mondo che si cercherà di capire e di decifrare sin dalla sua nascita. Si spiegherà il perché del giorno e della notte, delle stelle e del cielo, dell’acqua, dell’aria e della terra e sarà quasi come raccontare una fiaba, una storia fantastica e pur tuttavia molto reale. La narrazione sarà accompagnata dalle illustrazioni realizzate in contemporanea da una disegnatrice su una lavagna luminosa.
Lo spettacolo è adatto ad un pubblico dai cinque anni di età. L’ingresso costa 6 euro (ridotto 5 euro sotto i 10 anni, gratis sotto i 3).

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.