La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 22 luglio 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Incendio in alta valle Stura, situazione sempre più grave: un nuovo incendio

Senza sosta la lotta dei Vigili del fuoco contro le fiamme nelle zone di Sambuco e Pietraporzio

La Guida - Incendio in alta valle Stura, situazione sempre più grave: un nuovo incendio

Valle Stura – È senza sosta la lotta dei Vigili del fuoco contro le fiamme che stanno distruggendo ampie zone dell’alta valle Stura, nelle zone di Sambuco e Pietraporzio: l’incendio boschivo attivo da giovedì pomeriggio non è ancora domato ma risulta essere sotto controllo, però a fine mattinata è scoppiato un nuovo incendio (nelle zone tra le località Moriglione e Castello) che rende ancora più difficili le operazioni. Dopo un miglioramento delle condizioni nelle due notti, i roghi scoppiati giovedì hanno ripreso vigore. A questa difficoltà se n’è aggiunta una nuova, con l’avvio di altre fiamme. Risulta davvero difficile l’intervento per cercare di spegnere la montagna che brucia, perché i mezzi dei Vigili del fuoco (giunti in queste ore con altre squadre) non riescono a raggiungere le zone in fiamme. Una prima stima, riferita in mattinata da un tecnico del soccorso impegnato sul campo, è di venti ettari di bosco andati in fumo. Un bilancio pesantissimo per la zona, ma che sembra destinato a peggiorare: le fiamme sono in una zona alta e impervia, e quindi si fa affidamento ai soli mezzi aerei, ma anche così si sta “faticando”. Nelle operazioni di spegnimento, infatti, è impegnato un Canadair (che si rifornisce in mare nella zona di Ventimiglia e raggiunge l’alta valle Stura per rovesciare l’acqua), ma si sta rivelando insufficiente e nel corso della mattinata ha anche subito uno stop. È stato richiesto l’intervento di un secondo mezzo.Le fiamme sono lontane dal centro abitato e non stanno creando allarme per rischi a persone; si registrano disagi nella circolazione veicolare sulla statale, ancora a senso unico alternato nella zona (dopo che giovedì pomeriggio era scattata anche la chiusura al traffico).

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.