La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 13 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Successo per la giornata Fai d’autunno

Oltre mille visitatori sono arrivati nella Granda da Milano, Torino Genova e Savona

La Guida - Successo per la giornata Fai d’autunno

La giornata quasi estiva ha certamente contribuito al grande successo della Giornata Fai d’Autunno che la Delegazione Fai di Cuneo e il Gruppo Fai di Saluzzo hanno proposto con due diversi itinerari in provincia. Oltre 30 volontari della sede di Cuneo hanno aperto, a Morozzo e Rocca de’ Baldi luoghi immersi nella natura, ricchi di storia e di arte, testimonianza dell’opera umana che, nel corso dei secoli, ha lasciato segni della cultura, della fede, e della creatività locale. Sono stati oltre 1000 i visitatori arrivati da Alessandria, Ivrea, Milano, Torino, Pinerolo, Genova, Savona, oltre che da diversi paesi della provincia, tutti interessati a scoprire angoli del cuneese ancora sconosciuti, come il gruppo di venti motociclisti giunti dall’alessandrino apposta per ammirare gli affreschi quattrocenteschi della cappella di Santo Stefano, nella campagna di Morozzo, recentemente restaurati.Grande successo anche per il Castello di Rocca de’ Baldi che, nonostante la sua normale apertura, ha attirato da solo oltre 250 visitatori che hanno letteralmente invaso le sue antiche sale, come continuo è stato l’afflusso nella vicina chiesa di San Marco, con il suo splendido altare marmoreo barocco, giudicato dai critici fra i più belli del Piemonte di quel periodo. In tanti anche nella Riserva Naturale di Crava-Morozzo, soprattutto famiglie, come altrettanti sono saliti al Santuario del Brichetto. Per gli iscritti FAI la giornata si è poi conclusa alla Badia di Santa Maria del Castello, proprietà privata dei Marchesi Morozzo della Rocca, dove il concerto vocale dei “Cantus Firmus” ha valorizzato un luogo carico di fascino, con il racconto della padrona di casa che, in prima persona, ne ha narrato la storia che si intreccia a quella del paese.Anche a Verzuolo centinaia di persone hanno seguito l’invito degli oltre 30 volontari FAI, attirati dall’apertura eccezionale – riservata agli iscritti – del Castello dei Marchesi di Saluzzo, chiuso al pubblico da sempre. La curiosità è stata ampiamente appagata con la scoperta delle sue sale, pur molto degradate e abbandonate, in cui è possibile ancora leggere frammenti di vita fra i decori, i pochi arredi e oggetti rimasti. Più in basso è stato possibile visitare l’antica chiesa dei SS. Filippo e Giacomo o la Chiesa della Confraternita, aperte in collaborazione con i volontari dell’ACV.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.