La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 15 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Borgo, l’Anpi ricorda il partigiano Giovanni Lovera

Sabato 4 febbraio cerimonia in corso Mazzini nel 78° anniversario della fucilazione

La Guida - Borgo, l’Anpi ricorda il partigiano Giovanni Lovera

Borgo San Dalmazzo – Sabato 4 febbraio alle ore 10.30, presso il cippo di corso Mazzini, si terrà la cerimonia commemorativa in ricordo di Giovanni Lovera, partigiano della formazione Saben, caduto il 1° febbraio 1945. L’iniziativa è dell’Anpi Borgo e Valli – Sezione di Borgo San Dalmazzo.

“Giovane di una serietà e bontà particolari – così lo descrive lo storico Walter Cesana nel libro “I patrioti del Saben” -, laborioso, onesto, affezionatissimo alla famiglia, volontario della libertà nel vero senso della parola, capace di assumersi (anche se appena ventunenne) qualsiasi responsabilità”.

“Cadde il 1° febbraio 1945, fucilato a poca distanza dalla sua casa – scrive ancora Cesana -. La sua salma fu brutalmente legata dietro un camion e così, miseramente sfigurata dai sobbalzi sul ghiaccio e nel fango della strada, venne esposta sulla piazza perché fosse di monito a tutti. Borgo ha giustamente dedicato alla sua memoria e al suo nome una delle sue vie”.

La cerimonia sarà animata dagli interventi musicali di Remo Degiovanni e Luca Pellegrino e dalla partecipazione del tenore Michelangelo Pepino. La rievocazione storica è affidata a Gigi Garelli, direttore dell’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea di Cuneo.

Maddalena Forneris, presidente dell’Anpi Borgo e Valli: “Invito tutta la cittadinanza a partecipare. Vogliamo ribadire in questa occasione che la pace è un bene fondamentale, dobbiamo vigilare perché quel che è accaduto allora non si ripeta più”.

“Chi crede nei valori perenni dell’antifascismo – ha scritto l’Anpi sulla locandina in cui annuncia l’evento – non ti dimentica; dalla tua scelta coraggiosa trae esempio e forza per continuare la tua battaglia”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente