La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 16 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Al Filatoio si raccontano le migrazioni

Sabato 27 ottobre si inaugurano la mostra “Le fil du monde” e l’esposizione “MigrAction attraverso l’occhio dei bambini”

Caraglio – Saranno le grandi sculture in tessuto di Elizabeth Aro le protagoniste della mostra “Le fil du monde. Migrazioni e identità”, che sarà inaugurata sabato 27 ottobre alle 17 al Filatoio.
L’artista, nata a Buenos Aires e poi approdata in Spagna e in Italia, ha alle spalle una lunga serie di esposizioni personali e collettive in molti paesi del mondo. Attraverso la sua arte si accosta con delicatezza al tema della migrazione dei popoli, sia nel recupero della memoria che nell’interpretare le nuove sfide del presente.
Tra le sue opere più famose c’è “All Fires, the Fire”, una cascata di fiammelle, simbolo della fioritura della vita, della passione e del movimento, lavoro a cui si ispireranno gli artisti di “Cirko Vertigo” che, durante l’inaugurazione, si esibiranno nell’inedito spettacolo “Vertigo Fire Show”, un mix di giocoleria e acrobatica.
In contemporanea a “Le fil du monde” (visitabile fino al 6 gennaio), si potrà ammirare l’esposizione “MigrAction attraverso l’occhio dei bambini”, frutto del lavoro degli alunni delle classi quinte dell’Istituto comprensivo “Riberi” di Caraglio che, in collaborazione con Acti Teatri Indipendenti di Torino, hanno dato voce (in video e immagini) alle nuove generazioni sui fenomeni migratori del passato e del presente che hanno coinvolto il paese.
Le mostre sono inserite nel programma del progetto europeo di cooperazione transfrontaliera “MigrAction”, volto a valorizzare l’itinerario transfrontaliero che unisce la valle francese dell’Ubaye e la Valle Stura, un tempo percorso dai valligiani piemontesi che emigravano stagionalmente verso la Francia.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.