La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 24 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Manifestazioni, eventi ed attività di cantiere: nuove norme e limiti

A Cuneo sono entrate in vigore le nuove linee guida per il rilascio delle autorizzazioni in deroga ai valori limite di esposizione al rumore

Cuneo

La Guida - Manifestazioni, eventi ed attività di cantiere: nuove norme e limiti

Sono entrate in vigore le nuove Linee guida per il rilascio delle autorizzazioni in deroga ai valori limite di esposizione al rumore per lo svolgimento di manifestazioni/eventi temporanei in luogo pubblico o aperto al pubblico e per l’esercizio delle attività dei cantieri, redatte sulla base di quanto disciplinato dalla Regione Piemonte in materia di inquinamento acustico e deroghe.

Si tratta di norme che commercianti, esercenti, responsabili di cantiere, associazioni e organismi, comitati di quartiere dovranno seguire quando intendono svolgere attività in luogo pubblico o aperte al pubblico, attività durante le quali si preveda possano essere superati temporaneamente i valori limite per le sorgenti sonore consentiti dalle norme nazionali e regionali in vigore, recepite dal Comune nel Piano di Zonizzazione Acustica. In tali situazioni si rende necessario dare comunicazione e ottenere autorizzazione secondo precisi procedimenti.

Gli elementi fondamentali delle nuove norme prevedono che sia data comunicazione o sia richiesta con specifica istanza la deroga entro 15 giorni dalla data d’inizio dell’evento. Il numero complessivo di deroghe annuali concedibili per singolo richiedente è sempre di 30 giorni all’anno.

In particolare, per quanto riguarda le manifestazioni e gli spettacoli, le linee guida distinguono tra comunicazioni con modalità semplificatae istanze con modalità ordinaria. La modalità semplificata riguarda gli eventi che si svolgono nell’orario 9:00-22:00 per un massimo di 30 giorni all’anno (con la possibilità di 2 giorni all’anno fino alle 24:00), oppure si applica per iniziative quali le feste patronali (con il limite di richieste di deroghe per un massimo di 15 giorni all’anno, sempre con svolgimento nell’orario 9:00-22:00, di cui due giorni entro le 24:00 e due entro le 1:00 del giorno successivo). Nella modalità semplificata, il Comune non emette provvedimento autorizzativo.

Le istanze ordinarie riguardano invece gli eventi che si svolgono nell’orario 9:00-24:00, sempre per un massimo di 30 giorni all’anno (non cumulabili con le casistiche che richiedono la semplice comunicazione): in questo caso è però richiesta la valutazione di impatto acustico a firma di un tecnico abilitato. Per le istanze ordinarie il Comune rilascia provvedimento autorizzativo.  

Le linee guida contengono poi indicazioni specifiche per i cantieri.

Il mancato rispetto delle procedure autorizzative o dei contenuti dell’autorizzazione medesima è passibile di sanzione amministrativa tra i 500 e i 20.000 euro.

“L’obiettivo delle norme introdotte”, spiega l’Amministrazione, “è di garantire l’ordine pubblico, dando indicazioni su come rendere possibile una socialità che sia rispettosa delle diverse esigenze. Se si rispettano le regole, è possibile avere momenti di festa e divertimento senza compromettere la quiete dei residenti. Siamo fiduciosi che uno sforzo congiunto possa aiutare tutti a una convivenza serena e civile”.

Il testo delle linee guida è pubblicato sul sito del Comune di Cuneo, dove è disponibile anche la modulistica per la richiesta di autorizzazioni (Comune di Cuneo – Portale Istituzionale – Autorizzazioni in deroga per manifestazioni, spettacoli e cantieri temporanei)

Il personale dell’Ufficio ambiente è disponibile per chiarimenti e raggiungibile al 0171/444 562 – 521 oppure via mail:ambiente@comune.cuneo.it

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente