La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 21 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

La sanità un bene da difendere per tutti con una mobilitazione collettiva

La serata del Comitato Vivere la Costituzione ha fatto emergere le criticità: liste d'attesa, sanità territoriale abbandonata e privati onnivori

Cuneo

La Guida - La sanità un bene da difendere per tutti con una mobilitazione collettiva

Un’intensa serata di dibattito e riassunto di ben quindici incontri avvenuti sul territorio cuneesi in difesa della sanità pubblica e del diritto costituzionale al farsi curare. Quella di ieri sera, giovedì 9 maggio nel salone parrocchiale di San Paolo ha visto riuniti insieme per “La sanità non si vende” il Comitato Vivere la Costituzione e i Comitati territoriali in difesa della salute pubblica e la Cgil cuneese. Un incontro che ha fatto il punto su una situazione sempre più grave della sanità cuneese e piemontese alle prese con le liste di attesa, la gente che decide di smettersi di curare e la svendita al privato. Ma sono state date anche lanciate proposte interessanti per fare massa critica contro un sistema che è allo sbando.
L’incontro aperto da Elena Elia del Comitato su cosa dice la Costituzione in merito al diritto alla salute, ha visto, prima di una lunga serie di domande e testimonianze dirette del pubblico, gli interventi di Ugo Sturlese, consigliere comunale a Cuneo , a lungo primario del Santa Croce su partecipazione, condivisione e osservazioni del pubblico avvenuti in questi incontri, poi Cecilia Dematteis di Caraglio ha raccontato l’esperienza caragliese partendo da quello che era l’ex ospedale pubblico di Caraglio oggi smantellato e trasformato in dieci anni in una struttura privata. A Marco Giraudo, medico di famiglia di Cervasca, il compito di analizzare quello che è la medicina territoriale, di prossimità e le difficoltà che oggi incontrano centinaia di persone ma anche i medici stessi alle prese con un sistema universalistico attaccato e indebolito da tutti i fronti. In chiusura Carlo Banchini e Andrea Bruno, pensionati del Santa Croce, il primo ortopedico e il secondo tecnico di radiologia, hanno poi presentato le iniziative per il sostegno individuale e collettivo degli utenti proposte dal Comitato, dalla raccolta firme su lettera da inviare alla politica,  alla serata di confronto con i candidati, sportello salute, modulo reclami.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente