La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 18 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“Mi state fregando” ed esce senza pagare la spesa, condannato

Il fatti era avvenuto in un supermercato di Barge, il 42enne è stato condannato e multato per rapina impropria

La Guida - “Mi state fregando” ed esce senza pagare la spesa, condannato

Barge – È stato condannato a due anni e tre mesi e 450 euro di multa per rapina impropria M. F. A., 42enne originario di Locri e residente a Barre che la mattina del 17 luglio 2022, ritenendosi vittima di una truffa sulla merce scontata, riempì il carrello di merce prelevata dagli scaffali del Presto Fresco e si diresse verso l’uscita deciso a non pagare alla cassa. Quando la cassiera cercò di fermarlo dicendogli che non poteva uscire senza pagare, l’uomo le disse che non avrebbe pagato perché “loro lo fregavano”. Dopo aver raggiunto l’uscita però M. F. A. ci ripensò e, fatto il giro intorno al supermercato, rientrò dalla porta d’ingresso per tornare davanti alla cassiera: “Mi disse che avrebbe pagato solo 10 euro perché noi lo fregavamo sulla merce scontata – aveva riferito in aula la commessa -. Mise la merce nel carrello e poi mi diede una spinta sullo sterno e io caddi per terra: a quel punto mi disse che potevo denunciarlo e se ne è andato”.
Allertati dai dipendenti del supermercato, i Carabinieri cercarono l’uomo e lo raggiunsero mentre stava per rientrare a casa. “Era sorpreso di vederci – ha raccontato al giudice uno dei militari di pattuglia intervenuto sul posto – ed era convinto di avere ragione. Abbiamo comunque recuperato la merce che è stata restituita al supermercato. A conclusione dell’istruttoria, il pubblico ministero convinto che quell’episodio potesse configurarsi più come un esercizio arbitrario delle proprie ragioni che come una rapina impropria, aveva chiesto la condanna a un anno e un mese di reclusione; la difesa aveva chiesto invece l’assoluzione per carenza dell’elemento soggettivo. Entrambe le richieste sono state però rigettate dal giudice che ha riconosciuto l’uomo colpevole del reato di rapina impropria e lo ha condannato alla pena di due anni e tre mesi di reclusione, oltre a una multa di 450 euro.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente