La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 19 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

È mancata suor Maria Epifania Brignone, originaria di Monastero di Dronero

Di famiglia contadina, ha fatto una importante carriera di studi e di responsabilità

La Guida - È mancata suor Maria Epifania Brignone, originaria di Monastero di Dronero

Dronero – Sabato 10 febbraio, nella comunità di Sanfrè, nel giorno delle celebrazioni per il centenario di fondazione dell’Istituto delle Pie Discepole del Divin Maestro fondato da don Alberione, è mancata Maria Brignone, suor Maria Epifania, originaria di Monastero di Dronero, dove era nata nel 1932.
Di famiglia contadina, molto unita e di fede profonda, secondogenita di nove figli, a 20 anni Maria comprese la sua vocazione; raggiunse Alba per entrare a far parte della Congregazione Paolina tra le Pie Discepole del Divin Maestro, e iniziò il percorso formativo. Due anni più tardi, fu imitata, dalla sorella Anna (suor Maria Albina), mancata anche lei a Sanfré, lo scorso mese di settembre.
Dopo la professione religiosa, emessa a Roma nel 1955, grazie alla sua intelligenza e determinazione, suor Maria Epifania iniziò un percorso di studi che le permisero di ottenere, dopo l’abilitazione magistrale, il diploma di Studi dottrinali superiori all’Università Cattolica di Parigi. Nel 1960 fu inviata a Montréal come superiora locale, e in Canada rimase fino al 1967, quando rientrò a Roma, per assumere l’Economato della comunità di Casa generalizia. Dal 1969 al 1981 fu economa generale dell’Istituto, con responsabilità per la comunione dei beni e la cura del patrimonio.
Nel 1981 ritornò in Canada, come superiora regionale per un triennio; dal 1986 al 1988, prestò la sua collaborazione al Centro di Apostolato Liturgico a Parigi e dal 1988 al 2002, per 14 anni, prestò servizio presso la Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti a Roma, come archivista (nel 1991 si diplomò anche nella Scuola Vaticana di Paleografia Diplomatica e Archivistica).
Dal 2019 dimorò presso la Comunità di Sanfré dove si è spenta, assistita dalle consorelle e accompagnata dall’affetto dei suoi famigliari, con il fratello don Piermario, attualmente in servizio pastorale presso le parrocchie di Sampeyre e dell’alta valle Varaita.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente