La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 17 aprile 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Violenza contro le donne, consiglieri e assessori leggono un testo di Paolo Giordano

Lettura dei brani del testo “Contro i femminicidi dobbiamo costruire l'affettività oltre il riflesso dei muscoli”. Lauria: “Formalismi inutili. Il Comune si costituisca parte civile nei confronti di chi è coinvolto in atti di violenza contro le donne”

La Guida - Violenza contro le donne, consiglieri e assessori leggono un testo di Paolo Giordano

Cuneo – Con la lettura di un articolo dello scrittore Paolo Giordano (“Contro i femminicidi dobbiamo costruire l’affettività oltre il riflesso dei muscoli”) da parte di tutti i consiglieri comunali e assessori di sesso maschile, il consiglio comunale di Cuneo ha ricordato questa sera, lunedì 27 novembre, in apertura di seduta, ha tributato la sua partecipazione e vicinanza alle iniziative per la giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne.

“Quello che altrimenti sarebbe stato il centoduesimo femminicidio del 2023 ha colpito l’immaginazione collettiva anche perché assomiglia a una crime story ben sceneggiata – conclude il suo articolo Paolo GiordanoCosì funziona purtroppo la nostra adesione emotiva alla realtà, e così funzionano i media. Per questo assisto con un po’ di scetticismo alle esibizioni diffuse di contrizione maschile. Ma, al netto delle ragioni, il suo assassinio ha dato un impulso. Durerà quel che durerà, poco, meno di un soffio, ma adesso c’è. Non sprecarlo è il solo atto riparativo che come collettività possiamo tentare per lei”.

“Questa sera – ha detto il presidente del consiglio comunale, Marco Vernetti – dedichiamo una lettura, in maniera atipica, chiedendo a tutti noi consiglieri maschi di leggere una frase per dedicare un momento di attenzione e di ricordo sul tema per ricordare tutte le donne vittime di femminicidi in questi anni”.

Giuseppe Lauria, che ha partecipato alla lettura ha chiesto interventi più incisivi: “Sono un po’ stanco dei formalismi inutili. Io chiedo che il Comune di Cuneo si costituisca sempre parte civile nei confronti dei soggetti che sono coinvolti in atti di violenza contro le donne. Perché di panchine rosse, gialle e verdi e di letture come queste ne ho abbastanza le scatole piene. Credo che non sia il modo serio di affrontare il problema”.

Per Ugo Sturlese: “L’importanza sta nel fatto che dopo tanto tempo si è creato un movimento di massa nel paese, questa è la cosa importante. Poi è chiaro che ci sono situazioni in cui gli eventi si ricordano anche con un po’ di retorica, ma neanche tanto”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente