La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 25 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Vendemmia 2023: si prospetta una buona qualità del vino

Ma le bizzarrie del clima mettono sempre più a rischio la produzione

La Guida - Vendemmia 2023: si prospetta una buona qualità del vino
Grappoli di uva (foto Pixabay)

(foto Pixabay)

Cuneo – Buona qualità del vino e livelli produttivi sostanzialmente in linea con quelli del 2022, solo con un lieve calo imputabile alla siccità e al caldo torrido di alcuni periodi. A vendemmia ormai avviata, Coldiretti Piemonte stila un primo bilancio dell’annata enologica 2023.
La raccolta dei grappoli è iniziata nell’ultima decade di agosto per le basi spumante; si è poi proseguito con il Moscato e le varietà più precoci, per giungere a metà settembre a raccogliere la Barbera, mentre tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre è attesa la vendemmia del Nebbiolo. “Il clima – commentano Roberto Moncalvopresidente di Coldiretti PiemonteBruno Rivarossa, Delegato Confederale – è sempre più l’elemento che va considerato per la produzione vitivinicola. L’inverno si è contraddistinto per l’assenza prevalente di precipitazioni: solo nei mesi di maggio e giugno è piovuto, seppur in modo non omogeneo sull’intero territorio regionale. Si è creata una situazione particolarmente articolata, a seconda delle zone, che va da fenomeni di leggero stress idrico, con piante che stentano, a zone con elevata presenza di germogli per l’abbondanza di riserve idriche. Anche quest’anno, dunque, saranno le capacità del viticoltore a fare la differenza, applicando pratiche colturali che consentano di raccogliere le uve una volta raggiunta la vera maturità fenologica ed aromatica”.
Un comparto, quello vitivinicolo, che in Piemonte conta 14.000 imprese, per 43.000 ettari di superficie produttiva e che attiva con la vendemmia 42.000 addetti, offerendo opportunità di lavoro in vigna, in cantina e nella distribuzione commerciale.
Quest’anno, in Italia, la produzione di vino è stimata intorno a 43,9 milioni di ettolitri, in calo del 12% rispetto al 2022, un dato che potrebbe far perdere all’Italia il primato di maggior produttore di vino a livello mondiale, a favore della vicina Francia.

 

 

 

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente