La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 12 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Una sala per spettacoli, teatro e musica nel “ridotto” del cinema Monviso

Il Comune affida la progettazione per il recupero funzionale della seconda sala del Cinema comunale con circa 150 posti

La Guida - Una sala per spettacoli, teatro e musica nel “ridotto” del cinema Monviso

Cuneo –  Il Comune rilancia l’intenzione di recuperare il “ridotto” del cinema Monviso, con l’obiettivo di realizzare una seconda sala da circa 150 posti dedicata a spettacoli (musica, ma anche il cosidetto “teatro povero”), con la possibilità anche di un intervento di adeguamento per poter realizzare spettacoli anche nella sala principale.
Il recupero dello spazio al piano seminterrato del cinema comunale è stato proposto e richiesto in più occasioni nel corso degli anni, in particolare da parte di Nello Streri, e una sala cinematografica da circa 90 posti era stata prevista come secondo lotto dell’intervento di ristrutturazione del cinema avvenuto nel 2006 e 2007 con il recupero della sala principale e dell’atrio, ma poi era stata accantonata per mancanza di risorse.
Nelle scorse settimane il Comune ha affidato allo studio As Architetti associati di Torino (che aveva già progettato con altri professionisti la rifunzionalizzazione dell’intero edificio), l’incarico per la redazione del progetto di fattibilità tecnico-economica del recupero funzionale del “ridotto” con un costo di 17.000 euro.
L’obiettivo, spiega l’assessora alla Cultura, Cristina Clerico, “è quello di valutare l’ipotesi di utilizzare lo spazio del ridotto come sala polifunzionale dedicata a spettacoli, in particolare per eventi musicali, il cosidetto teatro povero e altre manifestazioni”.
La progettazione consentirà al Comune di valutare le possibilità architettoniche e di utilizzo e i relativi costi da finanziare con risorse che al momento non ci sono nel bilancio comunale e sono ancora tutte da definire e reperire.
Nel secondo lotto del progetto di restauro del cinema del 2006, poi approvato in via definitiva nel 2010, il Comune aveva previsto di completare la struttura cinematografica con una seconda sala di proiezione nel volume del “ridotto” e con il completamento delle facciate e della torre littoria. Il progetto, da circa 1 milione di euro, fu candidato senza fortuna al finanziamento regionale, e ottenne 90.000 euro dalla Fondazione Crc che poi, vista l’impossibilità di realizzare l’intervento, vennero destinati ai lavori nel complesso di San Francesco.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente