La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 23 febbraio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

L’intervento del Cardinale Zuppi a Boves

L'incontro "Collaborare per il bene comune" nell'ambito degli appuntamenti per la beatificazione di don Giuseppe e don Mario

La Guida - L’intervento del Cardinale Zuppi a Boves

Boves – “Il bene comune è uno solo ed è per tutti. Se voglio il mio bene, non posso non collaborare per il bene comune”. A pronunciare queste parole è stato il Cardinale Matteo Maria Zuppi, ospite a Boves nell’ambito delle celebrazioni per la beatificazione di don Giuseppe Bernardi e don Mario Ghibaudo. Introdotto dal saluto del Vescovo di Cuneo e Fossano Monsignor Piero Delbosco, il Presidente della Cei ha incentrato il suo intervento sui rischi derivanti dall’individualismo del “prima io”. Molti i riferimenti alla “Fratelli tutti”, enciclica di Papa Francesco, definita dallo stesso Pontefice come “Enciclica Sociale”. Un testo che vuole provare a dare indicazioni sul come realizzare un mondo più giusto e fraterno attraverso le relazioni quotidiane e l’impegno sociale e nelle istituzioni. “Non c’è “io” senza il prossimo – ha proseguito Zuppi – e nemmeno Dio senza il prossimo. Ecco che allora diventa necessario ristabilire un rapporto sano e corretto con gli altri anche per trovare se stessi. Se al centro di tutto collochiamo esclusivamente l’”io”, siamo soli. La pandemia ci ha aiutato a capire che siamo legati gli uni agli altri. Non possiamo stare bene senza il bene degli altri. Trovare il bene comune vuol dire mettere davanti a tutto il “prima noi”. Il “noi” è l’altro, chiunque esso sia in quanto persona. Senza il bene comune, c’è il male comune. Lo dimostrano le guerre”. Da qui il riferimento all’articolo 11 della Costituzione (il ripudio della guerra) e la preghiera affinché si possano risolvere tutti i conflitti. “Il perdono – ha concluso Zuppi citando don Giuseppe, don Mario e Antonio Vassallo – è lavorare per il bene comune, vincere i pregiudizi ed essere più forti e resistenti dell’odio. Dobbiamo continuare con determinazione a cercare il perdono. Un impegno che riguarda tutti. Solo insieme si cresce”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente