La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 18 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Conte: “In arrivo multe più dure per chi viola le norme”

Le Regioni potranno adottare misure più restrittive purché avallate dal Governo. "Anche per i carburanti sarà assicurato il rifornimento"

La Guida - Conte: “In arrivo multe più dure per chi viola le norme”

Roma -Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, in conferenza stampa ha annunciato misure più dure per chi viola le regole anti-contagio. Multe da 400 a 3000 euro saranno comminate a chi aggira le misure per arginare la diffusione del covid-19. Non c’è fermo amministrativo per i veicoli, qualora la violazione fosse compiuta con un veicolo la sanzione verrebbe aumentata fino a un terzo. Per le attività commerciali invece prevista la chiusura fino a 30 giorni.

Per quanto riguarda il rapporto tra Governo e Regioni, i presidenti di regione potranno adottare misure più restrittive, ma la funzione di coordinamento resta al Governo. Le ordinanza più restrittive dovranno infatti essere avallate entro sette giorni con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, unica autorità in grado di disporre in via urgente e temporanea misure che comprimono le libertà costituzionali.

Il decreto prevede, alla scadenza dei divieti di circolazione e chiusure, che sarà possibile adottare nuove restrizioni su specifiche parti del territorio nazionale o, se necessario, sulla totalità di esso, purché abbiano una durata non superiore a 30 giorni, reiterabili e modificabili anche più volte fino al 31 luglio, e con possibilità di modularne l’applicazione in aumento ovvero in diminuzione secondo l’andamento epidemiologico del virus. L’orizzonte temporale del 31 luglio è stato fissato a fine gennaio come finestra emergenziale, in seguito alla segnalazione dell’Oms, ma non significa affatto che le misure restrittive resteranno in vigore fino ad allora. “Siamo pronti ad allentare le misure in ogni momento, speriamo prestissimo”.

Sulle attività produttive, Conte ha spiegato che saranno assicurate le attività essenziali, ivi compreso l’approvvigionamento di carburante, nonostante il paventato sciopero dei benzinai: “Stiamo facendo aggiustamenti coinvolgendo sindacati, mi auguro che non ci sia uno sciopero, anche per i  carburanti sarà assicurato il rifornimento, non sarà necessario ricorrere alla precettazione”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente