La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 17 febbraio 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Anche a Cuneo il Comitato popolare di difesa dei beni pubblici

Martedì 12 febbraio la costituzione del comitato territoriale con un incontro con Ugo Mattei alla Libreria dell'Acciuga

La Guida - Anche a Cuneo il Comitato popolare di difesa dei beni pubblici

Cuneo– Questa sera martedì 12 febbraio alle ore 20 arriva alla Libreria dell’Acciuga in via Dronero, Ugo Mattei, professore di Diritto internazionale e comparato dell’Università della California e di diritto civile all’Università di Torino, tra i fondatori del Comitato Popolare di Difesa dei Beni Pubblici e Comuni “Stefano Rodotà” e autore di pubblicazioni e libri sul tema dei beni comuni.

L’occasione è la costituzione a Cuneo del comitato territoriale del gruppo che si occupa della campagna di raccolta firme per la legge di iniziativa popolare sui Beni Comuni, proposta che si basa sul testo originario elaborato dieci anni fa dalla Commissione Rodotà. Si tratta di una proposta che ha l’obiettivo di prendersi cura dell’interesse delle generazioni future, rendendo la legislazione civile più coerente con i dettami dell’ecologia e della Costituzione.

“Occorre creare un filo rosso tra tante esperienze territoriali e i grandi temi come la scuola, il lavoro, la sanità e i servizi pubblici, l’ambiente, tutte animate e mosse dalla consapevolezza che i diritti fondamentali vengono prima del mercato; che il saccheggio, la vendita dei beni pubblici, dei beni comuni, dei beni collettivi rappresenta il tradimento della nostra Costituzione; che vendere, privatizzare i beni pubblici, i beni comuni, i beni sociali significa decretare la fine della democrazia sociale – dichiara Mattei, presidente del Comitato Rodotà – Con tante persone ed organizzazioni vogliamo ripartire dalle conclusioni della Commissione Rodotà con l’obiettivo ambizioso di raccogliere un milione di firme: è un testo perfettibile ma fondamentale per ripartire dai territori, con un progetto di crescita e condivisione collettiva che unisca lotte e comunità”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.