La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 21 febbraio 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

La bandiera francese rimossa dal balcone del Municipio

La decisione del sindaco, Federico Borgna, su richiesta della Prefettura sulla base del regolamento in materia. La bandiera è esposta nella vetrina dell'Urp in via Roma

La Guida - La bandiera francese rimossa dal balcone del Municipio

Cuneo – Il Comune ha rimosso nella tarda mattina di venerdì 8 febbraio, su richiesta della Prefettura, la bandiera francese esposta nella giornata di giovedì 7 a fianco a quella italiana ed europea.

La richiesa della Prefettura è motivata dal rispetto del regolamento che disciplina i casi di esposizione in contesti istituzionali delle bandiere di stati stranieri. La bandiera è quindi stata rimossa e collocata in una delle vetrine dell’Urp, al piano terra del Municipio, in via Roma, insieme a un estratto della dichiarazione con cui il sindaco spiega il motivo dell’esposizione.

La decisione di esporre la bandiera era stata presa dal sindaco, Federico Borgna, come “gesto di amicizia verso i cugini francesi e all’insegna dei valori più profondi dell’Europa che non possono essere messi in discussione e strumentalizzati a fini elettorali”, in seguito alle polemiche tra Italia e Francia e dopo l’annuncio di Parigi di richiamare l’ambasciatore di stanza a Roma.

L’esposizione della bandiera ha suscitato diverse reazioni politiche, in particolare degli esponenti del centrodestra (da Lega Nord e Fratelli d’Italia a Forza Nuova e Casa Pound) e tante reazioni (positive e negative) anche sui social. Il consigliere di opposizione in consiglio comunale, Giuseppe Lauria, ha presentato già giovedì sera un’interrogazione urgente, così come i consiglieri del centrodestra, Laura Peano e Valter Bongiovanni (Lega Nord), Massimo Garnero (Fratelli d’Italia) e Laura Menardi (Grande Cuneo), che hanno chiesto l’immediata rimozione del vessillo.

 

Leggimi la notizia!
Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.