La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 15 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

I cinque candidati dei 5 Stelle alla Regione

Presentati di fronte a una sala semideserta con il candidato presidente pentastellato Giorgio Bertola

La Guida - I cinque candidati dei 5 Stelle alla Regione

Cuneo – Una sala semideserta quella di ieri sera mercoledì 5 dicembre per la presentazione dei cinque candidati consiglieri del Movimento 5 Stelle per la provincia di Cuneo, alla Regione Piemonte per le elezioni della prossima primavera. L’appuntamento era alla Sala Falco della Provincia e a fare da padrone di casa il consigliere comunale di Cuneo, Manuele Isoardi che ga accolto il  candidato presidente della Regione Giorgio Bertola.
I cinque cuneesi che hanno superato le regionarie degli iscritti alla piattaforma Rousseau del Movimento sono Mauro Campo che aveva ottenuto 75 voti, seguito da Ivano Martinetti, Lorenzo Pallavicini  (34 voti), Lauretta Maria Dicanio  (34 voti) ed Emmanuel De Conno, (32 voti). Mauro Campo, 50 anni di Peveragno, ingegnere è consigliere regionale uscente; Ivano Martinetti 52 anni di Alba, artigiano, consigliere comunale di Alba; Lorenzo Pallavicini, 33 anni di Cuneo, artigiano pasticcere; Maria Laura Di Canio, 57 anni di Alba, funzionario della pubblica amministrazione; e Emanuele Deconno, 20 anni di Genola, studente di Giurisprudenza.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.