La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 10 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Rapinò farmacia cuneese, 49enne preso a Torino dalla Polizia

I poliziotti cuneesi hanno individuato e fermato l'uomo che il 7 novembre prese di mira la Bottasso

Cuneo – Ha un volto e un nome il rapinatore che il 7 novembre scorso prese di mira la farmacia Bottasso, nel centro storico del capoluogo: si tratta di Piero Zaccaro, 49 anni, di origini torinesi e residente a Cuneo nel centro storico, pregiudicato con precedenti per reati contro il patrimonio. L’uomo, nell’orario di pranzo, era entrato nell’esercizio con una maschera bianca e nera sul volto, con un coltello da cucina aveva minacciato la farmacista e si era fatto consegnare il denaro in cassa, circa 3.000 euro. Un’altra donna presente nel negozio ha cercato di chiamare le forze dell’ordine, è stata minacciata anche lei. L’uomo era poi uscito e si era allontanato a piedi, togliendosi la maschera poco lontano. Alcune immagini di videosorveglianza lo hanno ripreso, fornendo elementi per la sua identificazione: l’uomo si era però allontanato da Cuneo, gli uomini della Mobile hanno cercato di ricostruire i suoi movimenti, anche attraverso il suo profilo Facebook (in una foto compariva anche, in un angolo, la maschera usata per il colpo, come pure il tatuaggio che si intuiva da immagini rilevate dalle telecamere nel centro storico). I riscontri hanno portato all’abitazione degli anziani genitori, dove nella serata di martedì, dopo un pomeriggio di ricerche e di appostamenti, è stato bloccato e arrestato.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.