La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 17 novembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Fiera del tartufo di Alba, alcuni cibi non erano in regola

Illeciti di natura penale e amministrativa, in particolare su tracciabilità degli alimenti e sul lavoro nero

Alba – I Carabinieri Forestali del Nucleo Investigativo ambientale e agroalimentare, i Carabinieri di Alba e quelli del Nucleo ispettorato del lavoro hanno effettuato controlli in alcuni stand dell’88ª Fiera del tartufo di Alba. Hanno riscontrato circa dieci illeciti di natura penale e amministrativa, in particolare sulla tracciabilità degli alimenti in vendita e sul lavoro nero.
Tra gli illeciti amministrativi in materia di sicurezza agroalimentare, in particolare la mancata rintracciabilità nella filiera dei prodotti in vendita, sono stati sequestrati 415 forme e circa 120 porzioni di formaggio stagionato, per un valore commerciale di oltre 15.000 euro.
Per il lavoro nero sono emerse diverse situazioni irregolari: sette i lavoratori in nero accertati. Due titolari di attività sono stati denunciati alla Procura di Asti per impianti di videosorveglianza non autorizzati e sanzionati per l’impiego di lavoratori irregolari; un’attività commerciale è stata sospesa, per la totalità di lavoratori senza regolare contratto. Il totale delle sanzioni amministrative elevate supera i 30.000 euro.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.