La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 17 novembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Una stazione di ricarica per i veicoli elettrici in val Varaita

Da qualche giorno a Brossasco. Valmaggia: “Atto di lungimiranza amministrativa”

Brossasco – La prima stazione di ricarica per i veicoli elettrici della val Varaita è operativa (foto di Mauro Piovano). Inaugurata sabato 13, è stata realizzata dal Comune e dall’impresa saluzzese Iscat, nel piazzale della Libertà. L’accordo raggiunto prevede un periodo di ricarica gratuita per la popolazione e per i mezzi comunali che verranno acquistati nel prossimo futuro. Il sindaco Paolo Amorisco: “I brossaschesi che opteranno per l’auto elettrica potranno risparmiare il 90 per cento di quello che spendevano prima: è un modo per poter incentivare le persone a rimanere a Brossasco rendendo il pendolarismo meno costoso. Questa iniziativa potrà aprire le porte della valle a tutti i mezzi elettrici, che fino a ieri non potevano raggiungerla”. L’assessore regionale all’Ambiente Alberto Valmaggia: “Mi complimento con l’amministrazione di Brossasco per la sensibilità ambientale e la lungimiranza amministrativa. L’esigenza di ridurre le emissioni inquinanti prefigura un futuro della mobilità sempre più elettrico. In questo caso può anche diventare un’opportunità turistica. Un progetto che mi auguro possa essere di esempio per tanti Enti locali”. La stazione di ricarica è “georeferenziata”, cioè inserita in una serie di siti web, applicazioni e aggregatori online.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.