La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 21 novembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Cuneo potrà realizzare i progetti del Bando Periferie

Accordo tra l'Anci e il Governo per ripristinare tutti fondi del Bando Periferie: “Nessun cantiere si bloccherà, nessuna progettazione si interromperà”. Per Cuneo si tratta di quasi 18 milioni di euro per 19 progetti

La Guida - Cuneo potrà realizzare i progetti del Bando Periferie
Cuneo – I fondi del Bando Periferie saranno ripristinati integralmente e Cuneo potrà quindi realizzare i 19 progetti che sono già in buona parte definiti e pronti a essere appaltati. Ad annunciarlo è stato il sindaco di Cuneo, Federico Borgia, nel corso del convegno della Cisl in corso nella mattina di venerdì 19 ottobre, dopo la comunicazione del presidente dell’Anci (l’associazione nazionale dei Comuni), Antonio Decaro. L’accordo tra Governo e Comune è stato ratificato nella conferenza unificata che si è svolta al ministero degli affari regionali e dovrà adesso essere recepito nella legge di bilancio.
“Abbiamo vinto una battaglia, una battaglia condotta non soltanto dai sindaci ma da milioni di cittadini, quelli che vivono nelle periferie, ai quali avevamo promesso un’operazione di ricucitura urbanistica e sociale che forse non avevano mai avuto. La compattezza dei sindaci, insieme al sostegno delle Regioni e delle forze parlamentari, hanno avuto ragione del governo – ha detto Decaro – Abbiamo convinto il governo a tornare indietro: tornano nella disponibilità dei 96 sindaci, responsabili dei progetti in 326 Comuni, il miliardo e 600 milioni che erano stati sospesi. Questo significa che, pur con una rimodulazione delle risorse, nessun cantiere si bloccherà, nessuna progettazione si interromperà. Possiamo completare tutti gli interventi: i fondi vengono solamente distribuiti nei prossimi due anni e ci saranno anche i rimborsi di tutte le spese sostenute”.
Un risultato raggiunto al prezzo di una battaglia durissima e di una trattativa a momenti estenuante. “I fondi per gli investimenti sono gli stessi che ci sono sempre stati – conclude il presidente dell’Anci – ci saranno anche i rimborsi di tutte le spese sostenute. Muovendoci compatti e sapendo di rappresentare le nostre comunità, onoreremo l’impegno preso con i cittadini”.
Il ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Erika Stefani, ha sottolineato: “Come diciamo dall’inizio di questa vicenda, il Governo avrebbe trovato una soluzione e così è stato. Nella legge di bilancio, saranno inserite disposizioni grazie alle quali i comuni potranno beneficiare delle risorse previste già dal 2019 in base però a spese già sostenute e documentate”.
Per Cuneo si tratta di quasi 18 milioni di euro, destinati a 19 progetti per un investimento complessivo (compresi i fondi comunali e dei privati) di quasi 30 milioni di euro.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.