La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 12 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Strade chiuse per i lavori in corso Marconi e corso Garibaldi

Prosegue l'intervento per la posa del teleriscaldamento con divieti di transito. Il cantiere proseguirà ancora per almeno due settimane: transito consentito fino a via della Pieve e in corso Giovanni XXIII

La Guida - Strade chiuse per i lavori in corso Marconi e corso Garibaldi

Cuneo – Sono iniziati mercoledì mattina e proseguiranno per le prossime due settimane i lavori per la posa del teleriscaldamento nel tratto a monte della discesa di corso Marconi e in corso Garibaldi, con i relativi divieti di transito in entrata e in uscita da Cuneo. Corso Garibaldi è chiuso nel tratto dopo la rotonda del rondò (che rimane quindi accessibile) in direzione corso Marconi, mentre corso Marconi è chiuso nel primo tratto discendente, fino a via Vecchia di Mondovì, la piccola strada dietro  la casa generalizia delle Suore Giuseppine (che rimane percorribile in discesa).

In entrambi i sensi, corso Marconi rimane aperto da piazza delle uve fino a via delle Pieve, con possibilità quindi di accedere in corso Giovanni XXIII, ritornato completamente transitabile e che rimarrà aperto fino al termine dei lavori in corso Marconi.

I lavori devono portare i tubi dello scavo di corso Solaro, dietro viale Angeli, verso il centro città, dall’edificio delle suore e dell’Enaip e quindi verso i Giardini Fresia. Una volta riaperto il corso, intorno al 10 settembre, a scuole iniziate ripartiranno gli scavi su corso Giovanin XXIII, nel tratto tra via Armando Diaz e contrada Mondovì, proseguendo il cantiere da dove era stato lasciato: qui sono emersi diversi muri antichi ben conservati su cui la Soprintendenza ha fatto studi e rilevazioni. Nella parte più a monte dalla piazzetta di fronte a Contrada Mondovì è emerso un ampio pezzo di acciottolato che fa pensare al sagrato di una chiesa (potrebbe essere la chiesa di Santa Maria della Pieve che si trovava qui ed era la più antica della città, rasa al suolo per costruire i baluardi di difesa).

Chiuso il cantiere di via Sobrero, che rimane interamente percorribile in previsione dell’apertura delle scuole, apre intanto anche il cantiere in via Pascal, di fronte all’hotel Superga, che non dovrebbe però creare problemi di traffico, per poi proseguire dietro il Seminario in area mercatale dal 5 al 17 settembre (dal lato di piazza Foro Boario). Iniziati anche i lavori in via Carlo Emanuele III, lato scuola Soleri, e via Vittorio Amedeo: il cantiere proseguirà fino a inizio delle lezioni.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.