La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 12 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Aperti il Castello e il parco del Roccolo

Domenica 19 agosto il maniero sulla collina buschese spalanca i battenti al pubblico

Busca – Seconda apertura del mese di agosto, domenica 19, per il Castello e il parco del Roccolo.
Il maniero, il cui nome deriva dai “roccoli”, le reti impiegate per la cattura degli uccelli di piccola taglia, fu edificato a partire dal 1831, per volere del marchese Roberto Taparelli d’Azeglio, fratello del celebre Massimo d’Azeglio, e della consorte Costanza Alfieri di Sostegno. L’edificio rappresenta, nel territorio del Marchesato di Saluzzo, una delle più significative espressioni di revival neo-medievale in Piemonte. Vi soggiornarono personaggi illustri quali Silvio Pellico, Cavour, primi ministri inglesi, il re Umberto I e la regina Margherita. Il parco plurisecolare che circonda il castello fu concepito secondo i canoni del giardino romantico e presenta nicchie con statue, grotte, cascate, fontane, laghetti e punti panoramici. Alcuni interventi furono effettuati dal noto paesaggista Xavier Kurten, che contribuì alla realizzazione del più celebre parco del Castello reale di Racconigi.
Il biglietto d’ingresso, comprensivo della visita guidata, costa 5 euro (ridotto 3 euro per ragazzi dai 7 ai 14 anni, per persone sopra i 65 anni, soci Acli, Abbonamento Musei, soci Touring Club Italia). Gratuito per i minori di 6 anni e per i residenti nel Comune di Busca.

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.