La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 17 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Escursionista salvato in Valle Gesso

Ritrovato vivo a 2300 metri, con gli arti inferiori fratturati, nel vallone Pantacreus

Entracque – Si sono da poco concluse in Valle Gesso le operazioni di salvataggio e soccorso durate l’intera notte di un escursionista che da ieri sera, giovedì 16 agosto, risultava disperso.
L’uomo a fine giornata non aveva fatto rientro al rifugio Pagarì, facendo scattare l’allarme, dato proprio dal gestore della struttura intorno alle 20,30.
Sul luogo sono intervenuti venti uomini del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese, del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza e i Vigili del Fuoco, che hanno avviato le ricerche nell’area del sentiero che conduce a San Giacomo di Entracque.
Il malcapitato è stato ritrovato intorno alle due e mezza di stamattina, venerdì 17 agosto, vivo ma con gli arti inferiori fratturati, a quota 2300 metri, nel Vallone Pantacreus. Il personale medico presente tra i soccorritori ha provveduto a prestargli le prime cure, quindi, l’uomo è stato imbarellato e trasportato a braccia sotto la pioggia battente al sicuro, in attesa delle luci dell’alba. Stamattina sul sito del sinistro è giunta l’eliambulanza 118 decollata dalla base di Alessandria: una schiarita del tempo ha permesso il recupero del ferito, poi condotto in ospedale a Cuneo.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.