La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 15 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

È di Ravenna l’ultima vittima del “Re di Pietra”

Recuperata ieri nel tardo pomeriggio di venerdì con l’elicottero la sua salma, è precipitato nel “canale Calcino”

La Guida - È di Ravenna l’ultima vittima del “Re di Pietra”

Casteldelfino – È G.G., originario del Ravennate e aveva una sessantina d’anni, l’ultima vittima del Monviso, recuperata ieri in tarda serata dall’elicottero del 118, con la preziosa presenza degli uomini del Soccorso alpino. Un intervento, quello di recupero, complicato dalle cattive condizioni meteo. L’escursionista stava scendendo a valle lungo la parte Sud (è la “via normale” del Monviso) quando è improvvisamente precipitato: a dare l’allarme, è stato un alpinista tedesco, che ha assistito alla drammatica scena. La vittima era il compagno di cordata dell’uomo recuperato nella mattinata di ieri venerdì 3 agosto dall’elicottero e dagli uomini del Soccorso alpino sulla cima del Monviso, dopo che avevano trascorso tutta la notte sulle pareti del “Re di pietra”. Con gli uomini del Soccorso Alpino, presenti al Rifugio Quintino Sella, avevano deciso di passare la notte sulle pareti del Monviso, in attesa delle operazioni di recupero. All’alba di ieri, venerdì 3 agosto, i due amici avevano scelto di salire sul Monviso ma G.G. aveva poi deciso di non farsi recuperare dall’elicottero, optando per la discesa a piedi da solo. Poi la tragedia, nel “canalone Calcino”. Le operazioni di recupero della salma sono state notevolmente complicate dalla presenza della nebbia. Ieri sera la nebbia è andata via e così i soccorritori hanno potuto ancora recuperare la salma di G.G. . I funerali devono essere ancora fissati.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.