La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 19 novembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Cuneo calcio e il parere negativo della Covisoc: “Presenteremo ricorso”

Il pronunciamento della Covisoc sarebbe legato a un ritardo burocratico e la società intende presentare ricorso. Continua il “mistero” sulla nuova società. Il ritiro dal 23 luglio, poi alcuni giorni a Brunico e amichevole con il Genoa

La Guida - Cuneo calcio e il parere negativo della Covisoc: “Presenteremo ricorso”

Cuneo – Ancora una settimana di attesa per conoscere nomi, volti e intenzioni della nuova proprietà del Cuneo calcio. Le voci continuano a rincorrersi senza comunicazioni ufficiali, in attesa della conferenza stampa di presentazione della nuova società, attesa da tutto l’ambiente, ma ancora rimandata a data da definire (la prossima settimana dovrebbe essere la volta buona). La città e i tifosi aspettano e meritano risposte, ma il silenzio, incomprensibile, della società non fa altro che aumentare i dubbi e le domande sugli effettivi progetti della nuova proprietà.

Nel frattempo, giovedì 12 luglio è arrivata anche la tegola del primo parere negativo sull’iscrizione al campionato da parte della Covisoc. Il problema sarebbe legato a una questione burocratica e al ritardo di un pagamento di lieve entità. “La proprietà ha assicurato che il pagamento sarà effettuato entro la giornata di oggi – spiega l’amministratore delegato Oscar Becchio – ed entro lunedì presenteremo ricorso. Siamo convinti della validità della documentazione presentata”.

Non è una bocciatura definitiva quindi (la decisione della Figc è prevista per il 20 luglio), ma di certo un altro segnale preoccupante dopo il passaggio di proprietà  avvenuto nell’ultimo momento utile con tanto di ritardo nella fidejussione, e caratterizzato fino ad oggi dalla totale e del tutto inedita assenza di informazioni e comunicazioni in merito ai nuovi proprietari.

Le conferme. Le prime, e per il momento uniche, certezze, sono la conferma di Oscar Becchio come amministratore delegato e di Valter Vercellone, che sarà il direttore sportivo. Al loro fianco ci saranno un nuovo presidente e un direttore generale, già individuati ma non ancora resi noti. Ancora nessuna notizia ufficiale, però, sulla nuova proprietà, rappresentata dall’intermediario Lamanna, mentre il Cda è convocato per il 19 luglio.

Il ritiro. Il ritiro inizierà il 23-24 luglio, in notevole ritardo rispetto alle altre squadre della categoria e a pochi giorni dall’esordio in Coppa Italia, previsto il 5 agosto. Secondo programmi ancora da confermare, la squadra non farebbe il ritiro in provincia di Cuneo, come da tradizione, ma sarebbe attesa addirittura a Brunico per un mini periodo di allenamento e un’amichevole con il Genoa (ancora da confermare), per poi proseguire il ritiro precampionato in Toscana. In assenza di comunicazioni ufficiali, tutto è però ancora al condizionale.

La squadra. Ancora tutta da costruire la squadra che affronterà la nuova stagione in Serie C. Per l’allenatore continuano a essere forti le candidature di Antonino Asta e dell’ex Ravenna, Mauro Antonioli, con l’inserimento di un terzo possibile candidato, mentre sul fronte dei giocatori al momento la rosa è composta da sei elementi: i difensori Conrotto, Andrea Cristini e Bertoldi, il centrocampista Rosso, l’attaccante Zamparo (che però sembra essere vicino al trasferimento al Pontedera) e il giovane Maresca.

Gli altri giocatori della passata stagione sono ritornati alle società di appartenenza nei casi di prestiti, o si sono svincolati nei casi di contratti annuali. Tra questi ultimi, Marco Cristini, 32 anni, bandiera biancorossa, ha firmato un accordo con il Fossano ed è sceso in Eccellenza. Addio sicuro anche per l’esterno offensivo Mobilio, andato alla Carrarese, e per i tre i portieri: Moschin è tornato alla Pro Vercelli, Stancampiano si è accordato con il Città di Anagni, in Serie D, Bambino alla neopromossa Albissola. In ordine sparso, Daniele Sarzi Puttini è tornato al Carpi per poi passare alla Fermana, Zappella è approdato all’Arezzo, via Empoli, Baschirotto è sceso in Serie D alla Vigor Carpaneto, Zigrossi è tornato all’Entella, Schiavi al Novara, Dell’Agnello al Livorno e Bruschi al Sassuolo.

Tanto, se non quasi tutto, è quindi ancora da definire e comunque vada la squadra sarà ancora una volta rivoluzionata rispetto alla stagione precedente.

Ma la prima risposta che attendono tutte le persone che hanno a cuore i destini del Cuneo calcio, è quella di conoscere il nome e i progetti dei nuovi proprietari, e avere rassicurazioni in merito alla solidità della società, dopo i tanti dubbi emersi tra tifosi e addetti ai lavori, alimentati proprio dall’assenza di informazioni e dall’incomprensibile “mistero” che al momento continua a circondare tutta l’operazione.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.