La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 23 settembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Per il teleriscaldamento collaudo ok, si può partire

C'è il via libera dell'Enel. I 25 chilometri di tubi funzionano

La Guida - Per il teleriscaldamento collaudo ok, si può partire

Cuneo  Si accende il teleriscaldamento. Ora è tutto funzionante, c’è il via libera dell’Enel per la centrale e il collaudo sui 25 chilometri di tubature con l’acqua fredda è stato fatto. E ora si può scaldare. In piena estate sarà soltanto l’acqua calda sanitaria. Poi dall’autunno toccherà anche agli impianti di riscaldamento e si potranno scaldare palazzi e scuole.
Dopo dieci giorni di prove tecniche il teleriscaldamento ha dunque superato la prima fase di collaudo, relativa alla rete di distribuzione. Tutti i test effettuati lungo i 25 chilometri sulle tubazioni di ogni grandezza, già posate nel sottosuolo cittadino hanno ottenuto esito positivo. A giorni verrà effettuato anche il collaudo della centrale di cogenerazione costruita a tempo record nella zona dell’Agc, ben visibile dalla strada per Mondovì. Il collaudo della centrale che spetta all’Enel è un momento che la Wedge Power e il partner Agc Glass Europe considerano la conclusione di un progetto che li ha accomunati nella realizzazione di un’opera per l’intero territorio della città. È l’ultimo tassello per rendere operativo il ciclo del teleriscaldamento.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.