La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 22 luglio 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Consigliera bacchetta le Ferrovie dello Stato

Una lettera carica critiche è stata inviata da Maria Carla Chiapello all'assessore ai Trasporti e al direttore territoriale Rfi

La Guida - Consigliera bacchetta le Ferrovie dello Stato

Cuneo – Una lettera carica critiche è stata inviata, oggi 22 giugno,  dalla consigliera regionale dei Moderati Maria Carla Chiapello all’assessore ai Trasporti Francesco Balocco e al direttore territoriale di produzione Rfi (Rete ferroviaria italiana) Filippo Catalano. Le osservazioni riguardano la qualità del servizio offerto dai treni regionali delle Ferrovie della Stato. Nella lettera la consigliera punta il dito sulla recidività di alcune situazioni, come ad esempio la presenza di vagoni che sembrano delle “saune” o altri simili a celle frigorifere. Sebbene negli ultimi anni Rfi abbia sostenuto importanti investimenti e garantito maggiore pulizia nei locali passeggeri, questo per la Chiapello non è abbastanza. “Occorre impegnare maggiori risorse in manutenzione ordinaria e straordinaria. Pensiline difettose, annunci non tempestivi in caso di ritardi e cancellazioni, condizionatori che funzionano male sono i principali problemi dei passeggeri”. Lo scritto finisce con un appello alla dignità del viaggiatore e sul dovere, da parte di Rfi, di assicurare un servizio di qualità ai clienti che ogni giorno utilizzano il treno come mezzo di trasporto privilegiato.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.