La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 20 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Riaperto il colle dell’Agnello, brindisi tra italiani e francesi

Completate le operazioni per permettere nuovamente il transito, che su quel collegamento è principalmente turistico

Pontechianale – Sorrisi, brindisi e bandiere sventolanti salutano la riapertura del colle dell’Agnello per l’estate, con l’ultimo passaggio dei mezzi di sgombero neve nel primo pomeriggio di oggi (giovedì 14 giugno). Un momento che sottolinea l’importanza di questa via di collegamento tra Francia e Italia attraverso la valle Varaita e il Queyras, in particolare per il turismo; tutto questo in giorni in cui, per altri motivi, tra Parigi e Roma sembra non scorrere altrettanta simpatia, proprio sulla questione dei confini.


Una festa anche per la Provincia, responsabile del collegamento stradale: per la parte italiana sono infatti presenti il presidente Federico Borgna e il vicepresidente Flavio Manavella, Milva Rinaudo (consigliere provinciale e vicepresidente Unione montana Valle Varaita), oltre a Valter Rattalino (rappresentante del Bacino imbrifero Varaita), il sindaco di Pontechianale Oliviero Patrile e il vicesindaco Manuela Bianco. Tra i rappresentanti delle istituzioni locali francesi ci sono invece Jean Marie Bernard (presidente del Dipartimento Hautes Alpes), Valerie Garcin (presidente del consiglio Hautes Alpes e vicesindaco di Molines), il sindaco di Molines Francis Martin, Marcel Cannat (vicepresidente del Dipartimento e responsabile della viabilità).

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.