La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 11 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

I fratelli Ovidi, arte a confronto a Palazzo Samone

“Antologiche” di Massimo e Maurizio Ovidi in mostra da venerdì 8 giugno

Cuneo Due fratelli artisti a confronto nella mostra “Antologiche – opere di Massimo e Maurizio Ovidi” che si inaugura venerdì 8 giugno alle ore 18 a Palazzo Samone in via Amedeo Rossi. La mostra mette in luce affinità e differenze di due artisti fratelli che hanno operato separatamente, e l’approdo artistico lo evidenzia, dai primi anni Settanta, nella costruzione di immagini e segni, in un costante, a volte problematico, dialogo con il mondo.

Hanno sperimentato differenti tecniche e si sono confrontati individualmente con la varietà di stili dell’arte moderna e contemporanea (figurativo, astrattismo, poesia visiva, arte concettuale…) spinti dalla necessità di esprimere in forma sincera le personali inquietudini. E in questa doppia antologica espongono lavori dagli anni Settanta a oggi.

Massimo è nato a Milano nel 1955 ed è cuneese d’adozione. Ha sempre avuto una passione per il disegno e la pittura. Il suo stile risulta essere una combinazione di figurativo e astratto, in cui gli elementi naturali e quelli geometrici si compenetrano, si sovrappongono o si confondono tra di loro. Ultimamente, la sua ricerca si è orientata verso una simbiosi tra queste due visioni pittoriche, mantenendo intatto l’aspetto “giocoso-ironico” che lo ha sempre accompagnato durante la sua carriera. 

Maurizio è nato nel 1957 a Cuneo, dove vive e lavora. Svolge il lavoro di coordinatore di progetti a carattere educativo e di reinserimento sociale di persone svantaggiate, e in parallelo è impegnato nell’attività artistica. Per lui la pittura è innanzitutto un luogo di incontro tra le immagini e le emozioni di chi le osserva. La spinta creativa che lo guida dipende dal desiderio di provare emozioni e di condividerle con il pubblico. Per l’artista, l’arte deve cercare di offrirci una visione del mondo che sia in qualche modo “liberatoria”, che possa, cioè, contribuire a farci reagire alla rigidità e all’alienazione della vita contemporanea. L’ultima sua mostra è stata una personale a Manta per Grandarte.

La mostra rimarrà aperta fino al 30 giugno venerdì, sabato e domenica dalle 16 alle 19,30. 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.