La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 23 giugno 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Marco Peano, una carriera da numero uno da Pirlo al Pedona

Il portiere lascia il calcio giocato. Il Pedona e i suoi compagni: “Il miglior portiere della provincia negli ultimi vent'anni”. Ha vinto il torneo di Viareggio con il Brescia di Pirlo e Baronio

La Guida - Marco Peano, una carriera da numero uno da Pirlo al Pedona

Borgo San Dalmazzo – Domenica 20 maggio si è chiusa l’ultima stagione agonistica di uno dei portieri più apprezzati e conosciuti del calcio provinciale e regionale. Marco Peano, classe 1978, ha infatti deciso di chiudere la sua carriera tra i pali dopo la conclusione dei playoff di Promozione con il “suo” Pedona, sconfitto nello spareggio dal Carmagnola.

Nel corso di una carriera ventennale nel calcio dilettantistico, Peano ha esordito in Serie D con il Cuneo a 16 anni, e poi ha difeso la porta dei valdostani dello Chatillon in Serie D per tre stagioni e di tante squadre della provincia tra Eccellenza e Promozione come Fossano, Bra, Centallo, Savigliano, Olmo e Pedona, ma è livello giovanile che ha raggiunto il suo risultato più importante: nel 1996, infatti, faceva parte della Primavera del Brescia che vinse il torneo di Viareggio in finale contro il Parma di Buffon. In quel Brescia giocava un campione come Andrea Pirlo e altri giovani diventati poi calciatori con una carriera di tutto rispetto come Baronio, Aimo Diana e Bonazzoli.

Per ringraziare Peano, i compagni e la società Pedona hanno organizzato una festa a sorpresa venerdì 25 maggio presso il Bar 40, con tanto di maglia numero 1, con la scritta “Grazie Peo, il miglior portiere della provincia negli ultimi 20 anni; la nostra porta non è mai stata così al sicuro”.

 

Peano

“Per me come per i miei compagni – dice Marco Dalmasso – è stato un immenso onore condividere il campo e lo spogliatoio in questi tuoi ultimi anni di carriera; sei stato un giocatore fortissimo e sei un uomo stupendo. Grazie per tutto quello che abbiamo passato insieme, rimarrai sempre nella mia testa e nel mio cuore”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.