La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 20 maggio 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

In tanti per l’inaugurazione delle Olimpiadi dei Comuni

Coinvolti 12 Comuni con quasi 1.500 partecipanti che nell'arco di 22 giorni si sfideranno con 30 diversi tipi di gare

Comuni per lo sport, inaugurazione

Villafalletto – Sabato 12 maggio si sono dati appuntamenti in tanti a Villafalletto per l’inaugurazione della 6ª edizione di “Comuni per lo sport”, le Olimpiadi dei Comuni che si svolgeranno nell’arco di 22 giorni con 30 diversi tipi di gare, non soltanto sportive e  con la partecipazione complessiva di circa 1.500 concorrenti.

Organizzata per la prima volta nel 2009 e riproposta l’anno successivo e poi con cadenza biennale, la manifestazione coinvolge 12 Comuni a iniziare da Villafalletto, che è il Comune capofila di questa edizione (l’assegnazione avviene tramite sorteggio) e per questo ospita la cerimonia di apertura e quella di chiusura. Gli altri Comuni in gara sono Busca, Costigliole, Caraglio, Centallo, Dronero, Manta, Piasco, Roccabruna, Rossana, Tarantasca e Verzuolo.

All’organizzazione concorrono tutti i Comuni coinvolti, coordinati dalla “cabina di regia” composta da Daniele Micheletti e Serena Quarta. Ogni Comune ha poi un suo referente e organizza le gare previste sul suo territorio, oltre ovviamente a partecipare alla manifestazione con una squadra che può essere composta da 136 atleti per ogni Comune.

“L’obiettivo principale è quello di stare insieme in amicizia e divertirsi, coinvolgendo il territorio e promuovendo anche alcuni sport e attività che solitamente hanno minor visibilità rispetto ad altre, ma che in queste edizioni della manifestazione hanno dimostrato di essere altrettanto appassionanti, divertenti e coinvolgenti”. 

Il divertimento e la voglia di stare insieme è il filo conduttore di tutta la manifestazione, come sottolinea anche l’assessore allo Sport del Comune di Busca, Gian Franco Ferrero, sul sito del Comune

“L’iniziativa nasce dall’amicizia che ci lega con i paesi limitrofi e per mettere in primo piano il territorio, i valori dello sport e di una sana competizione da vivere divertendosi”.  Tra novità e conferme le gare in programma saranno circa 30, a iniziare da “Le so tutte musicale” e dalla gara dei sindaci a sorpresa che si svolgono nella serata di apertura con l’assegnazione delle prime medaglie. Domenica 13, a partire dalle 15, appuntamento ancora a Villafalletto, alle ore 15, al campo di atletica per il Pentathlon.

Le altre gare in programma sono: ping pong, tale e quale, mountain bike, salita verticale, percorso di guerra (con una delle novità di questa edizione, il “percorso di guerra”, gara con ostacoli di vario genere che promette tanto divertimento), scacchi, pesca sportiva, calcio a 5 (con la presenza obbligatoria di una donna in squadra), petanque volo, cabaret, cronoscalata, tu sì que bales, tiro alla fune, nuoto, minigolf, calciobalilla, pallavolo, beach volley femminile, slackline, giochi senza frontiere, dodgeball, tennis carosello, basket, downhill, 6000 metri, gara dei sindaci.

La prima edizione è stata vinta da Manta con 6 ori davanti a Costigliole e Villafalletto, mentre nel 2010 e nel 2012 è stata Verzuolo a imporsi. Nel 2014 successo di Villafalletto, mentre nel 2016  al primo posto sono arrivati i Comuni di Manta e Verzuolo a pari merito con 5 ori a testa davanti a Piasco e Centallo. 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.