La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 20 settembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“Un’invisibile bellezza” nel fine settimana sul palco del Toselli

Debutta il recital degli "AnimAttori" e della Pastorale Ragazzi, ispirato a "La bella e la bestia"

La Guida - “Un’invisibile bellezza” nel fine settimana sul palco del Toselli

Cuneo – Nel fine settimana debutta “Un’invisibile bellezza. Se vuoi essere amato, ama!”, il nuovo recital firmato dall’associazione “AnimAttori”. L’appuntamento è al teatro Toselli: la prima data è sabato 5 alle 21, la replica è domenica 6 alle 15.
Si tratta di un recital cantato, suonato e recitato da cinquanta ragazzi dai 14 ai 20 anni di età, che propongono un’originale rivisitazione de “La bella e la bestia”: un’ispirazione non vicina a quanto visto finora sul grande schermo o nei musical, ma certo capace di trasmettere il senso dell’opera, proprio quel “se vuoi essere amato, ama”.


Il recital è il punto di un lungo laboratorio teatrale e musicale orientato ad affinare le tecniche di espressione di tutti i ragazzi coinvolti, grazie al lavoro dei tanti volontari dell’associazione, che hanno avuto a disposizione i locali del Seminario Vescovile di Cuneo, partner del progetto con il Coordinamento di Pastorale Ragazzi.
Dopo il debutto al Toselli (ingresso libero, fino a esaurimento posti; biglietti alla libreria Stella Maris) sono previste repliche dello spettacolo per oratori e scuole, da settembre e per tutto il 2019.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.