La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 20 settembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Deceduto anche il secondo Carabiniere, ferito nell’incidente a Bra

Giorgio Privitera, 29 anni, era stato sottoposto a un lungo intervento venerdì pomeriggio

La Guida - Deceduto anche il secondo Carabiniere, ferito nell’incidente a Bra

Cuneo – Si fa ancora più pesante il bilancio dell’incidente stradale avvenuto venerdì mattina alle porte di Bra, in frazione San Martino, e con esso il lutto per l’Arma della Granda: è deceduto un secondo Carabiniere, quello più grave tra i due rimasti feriti nell’impatto. Si tratta di Giorgio Privitera, 29 anni, origini catanesi; l’altro militare morto in servizio era Alessandro Borlengo, 43 anni. Il 29enne viaggiava sull’auto con due colleghi e con un detenuto, che stavano portando al tribunale di Asti.
Secondo le prime ricostruzioni dell’accaduto, l’incidente sarebbe stato causato dalla svolta di un’altra auto, che viaggiava in senso contrario, e nell’impatto è stata coinvolta anche una terza vettura.
L’automobile dei Carabinieri si è ribaltata a bordo strada; nell’intervento Vigili del fuoco e sanitari non hanno potuto far altro che costatare il decesso dell’appuntato scelto Borlengo e soccorrere Privitera, che è stato portato in elicottero all’ospedale di Cuneo, dove nel pomeriggio di venerdì è stato sottoposto a un lungo e delicato intervento. Lunedì 26 a Canale vengono celebrati i funerali di Borlengo; intanto la Procura di Asti ha aperto un fascicolo per omicidio stradale colposo.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.