La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 27 maggio 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

L’allerta furti e truffe anche via sms oltre a Whatsapp, per i centallesi

Il gruppo Radio Centallo allarga il servizio gratuito per coinvolgere più persone, soprattutto gli anziani

La Guida - L’allerta furti e truffe anche via sms oltre a Whatsapp, per i centallesi

Centallo – Novità per il gruppo che avverte, con messaggini, sul rischio di furti o truffe sul territorio centallese, grazie al gruppo Radio Centallo (associazione che diventa anche “comunità virtuale” grazie a un’attiva pagina Facebook): non è più obbligatorio usare Whatsapp, ora ci si può “iscrivere” anche ai messaggi sms per ricevere sul cellulare aggiornamenti in tempo reale su furti, truffe a domicilio, allarmi e altri avvisi di pubblica utilità.
La catena informativa “dal basso” (che ovviamente non sostituisce le segnalazioni al 112), promossa dal volontario Alessandro Cubeddu e gestita in collaborazione con Carabinieri e Polizia municipale, ora si allarga per coinvolgere più persone, in particolare gli anziani. Per ricevere le informazioni basta inviare un messaggio al numero 370-3419835 indicando nome e cognome (non ci si può però iscrivere sia alla lista Whatsapp sia ai sms).
Servizio completo su La Guida di giovedì 8 marzo, disponibile in versione cartacea e digitale

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.