La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 27 maggio 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

In stato di ipotermia l’escursionista travolto da una valanga

Il 49enne è attualmente ricoverato all'ospedale di Cuneo

La Guida - In stato di ipotermia l’escursionista travolto da una valanga

Valle Grana – Martedì 6 marzo un escursionista 49enne di Caraglio è stato travolto da una valanga sulle pendici del monte Viridio (2498 m), in alta valle Grana. Ad allertare i soccorsi è stata la moglie, preoccupata di non aver più avuto sue notizie; il telefono risultava staccato. L’uomo è stato trovato dagli uomini del soccorso alpino intorno alle 17.30, circa 4 ore dopo il travolgimento; al momento è ricoverato in gravi condizioni di ipotermia all’ospedale di Cuneo.

Dopo la segnalazione della scomparsa è immediatamente decollata l’eliambulanza 118 dalla base di Cuneo Levaldigi con a bordo l’equipe sanitaria e Tecnico di Elisoccorso e Unità Cinofila da Valanga del Cnas Piemonte. I pendii della montagna presentavano le tracce di due valanghe cadute di recente, ma da una di esse spuntava uno sci. Il ritrovamento del reperto ha consentito ai soccorritori di atterrare in prossimità del travolgimento e di individuare grazie all’Artva (Apparecchio per il Ritrovamento dei Travolti da Valanga) l’uomo sepolto sotto un metro di neve che è stato trattato dall’equipe medica e successivamente condotto in ospedale.

“Si tratta di un evento più unico che raro – ha dichiarato il presidente del Cnsas Piemonte Luca Giaj Arcota – poiché il tempo medio di sopravvivenza in valanga è di 15-30 minuti. Probabilmente all’interno della valanga si era formata una sacca di aria che ha fornito alla vittima l’ossigeno necessario per resistere così a lungo. Il fatto che indossasse l’Artva ha consentito ai nostri tecnici di individuarlo rapidamente, non appena sbarcati dall’elicottero. Ci auguriamo che l’ipotermia non provochi danni gravi all’uomo. Per il nostro Corpo questo evento rappresenta un precedente utile nel motivare i nostri tecnici in attività di formazione ed esercitazione”.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.