La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 18 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Demonte, no al traffico pesante sull’ex strada militare

Nel paese torna il semaforo per il senso unico alternato. Anas: “Lavori per la variante appaltati entro l’anno”

La Guida - Demonte, no al traffico pesante sull’ex strada militare

Demonte – Niente tir sull’ex strada militare, ma passaggi in centro paese regolati da un semaforo a senso unico alternato posizionati all’ingresso e all’uscita del paese. Questa è la soluzione scaturita nell’incontro tra Unione montana valle Stura e Provincia per discutere la proposta di dirottare i camion in salita verso l’alta valle dalla statale, che attraversa il centro di Demonte, all’ex strada militare che partendo da Festiona porta ad Aisone. Il tutto in attesa dei lavori per la variante di Demonte, che (secondo quanto comunicato dall’Anas) potrebbe essere appaltata entro fine 2018, per poi richiedere tre anni e mezzo di tempo per la realizzazione.
Il passaggio dei tir sull’ex strada militare della valle Stura sarebbe impossibile per motivi sia strutturali sia di sicurezza: per dimensioni della strada, la salita del Podio, la criticità dei punti di uscita e le conseguenze sulla viabilità lungo l’ex militare. Rimane la disponibilità a utilizzare la militare in caso di emergenza e come valvola di sfogo in situazioni particolari, ma nulla più.
Presto si potrebbe quindi rivedere, all’ingresso e all’uscita del centro abitato di Demonte, il semaforo per regolare il senso unico alternato già adottato nel 2017 durante lavori alle facciate di via Martiri.
Servizio su La Guida di giovedì 15 febbraio, disponibile in versione cartacea e digitale

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.