La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 21 luglio 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Gaiola, il ponte dell’Olla continua a preoccupare

Il sindaco scrive all'Anas per il distacco di alcuni frammenti di mattone

La Guida - Gaiola, il ponte dell’Olla continua a preoccupare

Gaiola – Alle preoccupazioni per il ponte dell’Olla, sulla Statale 21 del Colle della Maddalena, del sindaco Fabrizio Biolè si aggiungono anche quella della deputata Pd Chiara Gribaudo.

Dopo le numerose segnalazioni inviate a fine novembre-inizio dicembre per avvertire della presenza di una grossa crepa in uno dei muri delle arcate, martedì 2 gennaio il sindaco Fabrizio Biolè ha inviato una nuova comunicazione all’Anas per richiedere un intervento immediato a seguito del distacco di frammenti laterizi dall’intradosso della seconda arcata da monte del ponte.  La segnalazione è partita da alcuni cittadini che, passeggiando sul sentiero che segue la riva del fiume Stura, hanno trovato pezzi di mattone di varie pezzature.

I calcinacci caduti dal ponte dell'Olla

I calcinacci caduti dal ponte

In concomitanza alla nuova segnalazione, il sindaco di Gaiola ha sollecitato l’Anas per avere una risposta in merito agli accertamenti effettuati nel mese di dicembre da cui, secondo quando comunicato all’amministrazione comunale dai tecnici dell’ente stradale, era risultato che il ponte non presentava cedimenti strutturali o altri elementi che potessero presupporre il pericolo di crollo.

“Ho contattato personalmente i vertici di Anas per chiedere che si intervenga al più presto sul ponte dell’Olla – afferma la Gribaudo -. Condivido pienamente la preoccupazione del sindaco per la solidità della struttura, e credo che le questioni poste sulla precedente ispezione e sul logoramento del ponte debbano trovare una risposta al più presto. Con i ponti in particolare abbiamo avuto sufficienti esperienze negative nel 2017, evitiamo che si ripetano nel 2018.”

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.