La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 22 luglio 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Scoperta discarica abusiva a Costigliole Saluzzo

Accertata la presenza di abusivismo dal personale della Stazione Carabinieri Forestale di Saluzzo

La Guida - Scoperta discarica abusiva a Costigliole Saluzzo

Costigliole Saluzzo – Il personale della Stazione Carabinieri Forestale di Saluzzo, in collaborazione con Arpa Piemonte e Aipo (Agenzia Interregionale per il fiume Po), ha accertato la presenza di una discarica abusiva di circa 2600 metri cubi nel comune di Costigliole Saluzzo, in frazione SantAnna, all’interno dell’ex sito “San Carlo” ove si svolgeva, sino al 2008/2009, attività di recupero di rifiuti non pericolosi provenienti dalla frazione verde per l’ottenimento di compost di qualità.Ad attirare l’attenzione dei Carabinieri Forestali sono stati gli ingenti cumuli illecitamente disposti come arginatura lungo il Torrente Varaita, dai quali fuoriusciva fumo e odore acre, derivante dalla combustione interna di compost e rifiuti di vario genere. Il cospicuo materiale è risultato essere realizzato, parzialmente sul demanio fluviale, in assenza di autorizzazioni ed in area soggetta a vincolo paesaggistico e idraulico (Fascia A e B del Piano per l’Assetto Idrogeologico – zona esondabile). Sono ora in corso i rilievi analitici della componente dei cumuli al fine di escludere la pericolosità degli stessi.Alla Procura del Repubblica di Cuneo è pervenuta la segnalazione dei Carabinieri Forestali per i reati di discarica non autorizzata, trasformazione urbanistica non autorizzata di terreni, esecuzioni di lavori non autorizzati su beni paesaggistici e occupazione abusiva di terreni demaniali. La punibilità di carattere penale per le violazioni citate, riconducibili a 2 soggetti identificati, come anticipato dalla Procura, verrà presumibilmente meno per intervenuta prescrizione.I militari dei CC Forestale di Saluzzo hanno comunicato alle Autorità Amministrative competenti (Comune, Provincia, Regione e AIPO) l’accertamento dell’illecito al fine di garantire la predisposizione degli atti conseguenti per il ripristino ambientale dell’area ed evitare danni o pericoli per l’ambiente e la salute pubblica.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.