La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 25 settembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Saluzzo capitale italiana dell’arpa

La Guida - Saluzzo capitale italiana dell’arpa

Saluzzo – Dal 2 al 7 settembre la città del Marchesato ospiterà il concorso e festival internazionale “Suoni d’Arpa”, un contest dedicato ai nuovi talenti dell’arpa, durante la giornata, e un festival che, durante le serate, ospiterà celebri arpisti insieme ai vincitori della scorsa edizione: peculiarità del format è quella di affiancare i giovani talenti a professionisti internazionali, presentando l’arpa nelle sue infinite forme e stili. Al concorso, indetto dall’Associazione italiana dell’arpa in collaborazione con la Salvi Harps e organizzato nella prestigiosa sede della Scuola di alto perfezionamento musicale di Saluzzo (Apm), parteciperanno 69 musicisti provenienti da 21 Paesi del mondo. Novità di quest’anno il Premio “Città di Saluzzo” del valore di 1.000 euro che sarà assegnato al duo vincitore della categoria D il 7 settembre. Tra gli ospiti del festival da segnalare il rettore dell’Accademia Liszt di Budapest, l’arpista Andrea Vigh e la docente Anastasia Razvalyaeva; i direttori dell’Hong Kong Harp Centre, Edith Pun e Calvin Ng; il direttore artistico di Tactus, Giuseppe Monari. Programma completo su www.fondazionescuolaapm.it.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.