La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 14 novembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il Roumiage a Coumboscuro, domenica il concerto di Cristiano De André

La Guida - Il Roumiage a Coumboscuro, domenica il concerto di Cristiano De André

Coumboscuro – Tutto pronto a Sancto Lucio per il “Roumiage 2017”, il tradizionale incontro tra le civiltà alpine di Piemonte e Provenza in programma per il fine settimana nella piccola frazione dell’alta valle Grana. Sottotitolo di questa edizione sarà “Passaggi di tempo”. E di passaggi di tempo la manifestazione del Roumiage provenzale ne ha testimoniati tanti. Negli anni personaggi noti e sconosciuti, generazioni di montanari, emigranti, pellegrini, artisti, poeti, scultori, musicisti, ballerini e scrittori hanno percorso le vie delle montagne, facendo appunto un “roumiage” (pellegrinaggio). Trasposizione attuale di questi “incontri” sulle Alpi occidentali sono le “Traversado”, le marce dell’amicizia che partono dai paesi della Provenza e dal Nizzardo (Tenda, Isola, Puget, Thenier, St. Etienne, Barcelonnette, Ceillac e St. Veran). Il programma Sabato 26 alle 10, presso il Centre Prouvençal, le realtà culturali dei due versanti delle Alpi contrassegnati dall’antica lingua e civiltà provenzale, si incontreranno per risaldare un lavoro di rivalutazione del territorio a livello europeo. Durante la mattinata sarà firmato il documento di nascita della “Unioun Prouvençalo Transaupino”, la confederazione delle associazioni provenzali cis-transalpine. Ricco di appuntamenti anche il pomeriggio. Dalle 15 sino all’alba della domenica, sarà possibile visitare “Lou Marcha”, la mostra mercato di artigianato e gastronomia delle Alpi Provenzali. Prezzemolo intratterrà bambini ed adulti con i giochi tradizionali, i “Sounadour e balarin ‘d Vernant” si occuperanno dell’animazione musicale, mentre “Li Calignaire de Prouvenço” metteranno in scena uno spettacolo teatrale. Alle 17 spazio alla musica con “Vie traverse – Complaintes et balades”, primo concerto del progetto di rivalutazione dell’antico repertorio tratto dai “quaiers”, quaderni di canzoni delle valli valdesi. Inoltre, fino alle 18, all’Escolo, si terranno incontri di libri e autori delle Alpi tra Piemonte e Provenza. In piazza tornerà il tradizionale appuntamento pre-serale con l’Aperoumiage, aperitivo a base di pastis, pissaladiera, formaggio noustral, salumi delle macellerie cavallo, stuzzichini di pasta secca. Ad aprire la lunga notte del Roumiage sarà, alle 21, Daniele Ronda, esponente di spicco della nuova generazione di cantautori. Dopo il concerto, alle 22.30, partirà la “Nuech dal fueiassìer”, la notte della musica e della danza tradizionale, che illuminerà il “Grande Bal folk” che si svolgerà attorno al fuoco che brucia l’estate. Sul palco la giovanissima band nizzarda “L’As paga lou capeu?”. Inoltre, per tutta la giornata, al Centre Prouvençal, saranno visitabili le mostre “Land Art – Passaggi di tempo” e “Noste Roumiage”. L’appuntamento clou sarà domenica 27 agosto. La giornata si aprirà alle 10 con la messa per gli emigrati cantata in lingua provenzale, tradizione che a Coumboscuro si è diffusa sin dagli anni ‘50. Alle 15 l’appuntamento più atteso, il concerto “Passaggi di tempo” con Cristiano De André e i “Marlevar”. L’edizione 2017 del Roumiage infatti, oltre a testimoniare lo stretto legame tra le comunità delle Alpi occidentali, racconterà anche l’amicizia tra due uomini, due sensibilità speciali che un giorno si incontrarono nel borgo di Sancto Lucio: Fabrizio De André e Sergio Arneodo. Era l’ottobre del 1993, Fabrizio De André, in compagnia della mogie Dori Ghezzi e dell’amico Franco Mussida, chitarrista di tanti concerti con la Pfm, salì a Coumboscuro per conoscere la civiltà provenzale alpina. Qui incontrò il poeta Sergio Arneodo, artefice e promotore della riscoperta dell’antica lingua dei Trovatori. A partire dagli anni Cinquanta, grazie alle sue opere a tutto campo, dalla letteratura alla musica, il “Magistre” era riuscito a far emergere dai secoli ed elevare la lingua parlata da generazioni in queste terre alpine. Fabrizio De André, narratore degli ultimi e paladino delle culture minori, si trovò a suo agio con Sergio Arneodo. Con lui ebbe modo di assaporare intimi momenti di confronto, stimolati dalla comune sete di cultura e confrontarsi su spiritualità, creatività letteraria, sensibilità del vivere e in quei giorni registrò la canzone in lingua provenzale “Mis amour – I miei amori” con “Li Troubaires de Comboscuro”, oggi “Marlevar”.Sulle orme del padre, domenica 27 agosto, Cristiano De André, affiancato dai “Marlevar”, salirà a Coumboscuro per un concerto intimo ma di grande intensità, in mezzo al verde delle montagne tanto amate dal grande cantautore genovese. Presentatore dell’evento sarà Valter Pistarini, autore di diversi libri su Fabrizio De André editi dalla Giunti. È stato proprio Pistarini a scoprire l’amicizia tra De André e Arneodo riportandola nel volume “Canzoni nascoste. Storie segrete”. Lo scrittore accompagnerà il pubblico nelle vicende meno conosciute e curiose che hanno caratterizzato la vita privata del grande cantautore. Ingressi e prevendite Gli eventi del Roumiage saranno tutti gratuiti, tranne il concerto “Passaggi di tempo” con Cristiano De André e i Marlevar, ingresso unico, 16 euro (gratuito per ragazzi sotto gli 8 anni di età). Prevendite: Coumboscuro Centre Prouvencal a Sancto Lucio di Monterosso Grana, tel. 0171-98707; Atl del Cuneese (via Pascal 7 – Cuneo), tel. 0171-690217; Macelleria Serra (via Roma 48 – Caraglio), tel. 0171-619105; Mondadori (via Torino 22 – Saluzzo), tel. 0175-217005; Shu abbigliamento (via S. Agostino 4/A – Mondovì Breo), tel. 0174-554224; Carpe Diem (via Govone 8 – Alba) tel. 0173-290189. Navette e pullman Sarà attivo un servizio di navette gratuito con partenza da Monterosso (dalle 14 di sabato 26 agosto alle 2 di notte e domenica 27 agosto dalle 9 alle 22). Da Cuneo partiranno inoltre alcuni pullman gratuiti (solo su prenotazione: 0171- 98707 o info@coumbsocuro.org). Questi gli orari. Sabato 26 agosto: partenza alle 14.30 da Cuneo-piazza Torino arrivo a Monterosso-borgata Levata alle 15.15, partenza alle 19.30 da Cuneo-piazza Torino arrivo a Monterosso-borgata Levata alle 20.15; rientro con partenza alle 18.30 da Monterosso-borgata Levata e arrivo a Cuneo-piazza Torino alle 19.15, partenza alle 23.30 da Monterosso-borgata Levata e arrivo a Cuneo-piazza Torino alle 00.15.Domenica 27: partenza alle 10 da Cuneo-piazza Torino arrivo a Monterosso-borgata Levata alle 11.15, partenza alle 13.30 da Cuneo-piazza Torino arrivo a Monterosso-borgata Levata alle 14.15; rientro con partenza alle 11.30 da Monterosso-borgata Levata e arrivo a Cuneo-piazza Torino alle 12.15, partenza alle 19 da Monterosso-borgata Levata e arrivo a Cuneo-piazza Torino alle 20.25. Raggiungere Sancto Lucio a piedi, in mtb o a cavallo Oltre che in macchina e in pullman, è possibile raggiungere Sancto Lucio anche attraverso sette diversi itinerari percorribili a piedi, in mtb o a cavallo. 1) Vanet-Colle Ortiga-Sancto Lucio (variante: Ronvello-Colle Ortiga-Sancto Lucio); dislivello a salire: 750 metri; tempo di percorrenza: 4 ore e 30 minuti 2) Chiot Rosa di Rittana-Poggio Franzille-Pilone Rocca Stella-Sancto Lucio; dislivello a salire: 350 metri; tempo di percorrenza: 3 ore e 15 minuti 3) San Matteo di Valgrana-Chiot Rosa di Rittana-Poggio Franzille-Pilone Rocca Stella-Sancto Lucio; dislivello a salire: 550 metri; tempo di percorrenza 4 ore e 30 minuti 4) Monterosso Grana (Braida)-Papo-Damiani-Sancto Lucio; dislivello a salire: 450 metri; tempo di percorrenza: 3 ore e 30 minuti 5) Ponte Serafin (Frise)-Rirolo-Sancto Lucio; dislivello a salire: 150 metri; tempo di percorrenza: 1 ora e 30 minuti 6) Figliere (Frise)-Barma Grande-Marchion-Sancto Lucio; dislivello a salire: 250 metri; tempo di percorrenza: 1 ora e 45 minuti7) Castelmagno-Curnis Auta-Rifugio Rousset-Marchion-Sancto Lucio; dislivello a salire: 950 metri; tempo di percorrenza: 8 ore e 30 minuti. Gli itinerari per arrivare a Coumboscuro (pdf – 584,15 kB)

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.