La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 21 maggio 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Argento mondiale per i gemelli Dematteis

La Guida - Argento mondiale per i gemelli Dematteis

Domenica 30 luglio la località di Premana in provincia di Lecco ha ospitato la prima parte del Campionato Mondiale di Corsa in Montagna. Nel prossimo fine settimana il centro della Valsassina ospiterà invece la competizione iridata sulle lunghe distanze. L’edizione numero 33 della competizione "classica" è iniziata nel migliore dei modi per la squadra azzurra. Nella gara Junior, infatti, Daniel Pattis ha vinto l’argento alle spalle dell’ugandese Oscar Chelimo e davanti allo statunitense Talon Hull. Medaglia vinta anche nella classifica a squadre, con Andrea Rostan (Atletica Saluzzo) bronzo in compagnia di Stefano Martinelli e Andrea Prandi, successo della Romania davanti all’Uganda. Gradino più basso del podio nella classifica a squadre anche per le Juniores: Paola Varano nona, Linda Palumbo decima, Gaia Colli 14esima dopo una caduta e Anna Frigerio 30esima nella gara vinta dall’ugandese Ripsor Chebet sulla turca Bahar Atalay e sulla statunitense Lauren Gregory. Oro a squadre alla Romania davanti agli Stati Uniti.Nella Senior femminile la keniana Lucy Murigi ha dominato la prova davanti alla leggendaria austriaca Andrea Mayr, all’ennesima medaglia mondiale, terza la britannica Sarah Tunstall. L’Italia si è aggiudicata l’argento a squadre alle spalle degli Stati Uniti e davanti alla Repubblica Ceca: settimo posto per Alice Gaggi, undicesimo posto per Ivana Iozzia e 14° posto per Sara Bottarelli. La bella prova degli azzurri, che ripartivano dal titolo iridato a squadre conquistato nel 2016 a Sapareva Banya con le donne e dall’argento della squadra maschile, si è conclusa con la conferma dell’argento per il team maschile Senior, capitanato dai gemelli Bernard e Martin Dematteis. Gli atleti saluzzesi portacolori della Corrintime si sono piazzati rispettivamente al settimo e 12° posto, piazzamenti sufficienti a conquistare l’argento con il sesto posto del campione europeo Xavier Chevrier e il 13° di Cesare Maestri. Gara Senior maschile dominata dall’Uganda, oro a squadre grazie alla tripletta realizzata con Victor Kiplangat davanti ai compagni di nazionale Joel Ayeko e Fred Musobo, terzi gli Stati Uniti.Il tracciato di Premana si sviluppa su un circuito di circa 6,3 km da ripetere due volte per le categorie assolute maschile e femminile e una sola volta per le categorie giovanili juniores, oltre a una prima parte "di lancio" nel primo giro di circa 200 metri. Il dislivello a giro è di circa 430 metri. Un percorso spettacolare, anche perché comprensivo di salite ripide alternate a tratti più facili, su asfalto, sterrato e prato, ma fatta eccezione per alcuni tratti di discesa più ripidi, la maggior parte del cammino è da percorrere ad alto ritmo, con pochi tratti in cui recuperare le energie.Le classificheJunior maschile1) Oscar Chelimo (Uganda) in 26’46"2) Daniel Pattis (Italia) in 27’42"3) Talon Hull (Usa) in 28’01"4) Dorin Rusu (Romania) in 28’25"5) Anthony Ayeko (Uganda) in 28’27"11) Andrea Prandi (Italia) in 28’58"12) Andrea Rostan (Italia) in 29’16"15) Stefano Martinelli (Italia) in 29’47"Classifica a squadre1) Romania con 13 punti2) Uganda con 22 punti3) Italia con 25 puntiJunior femminile1) Ripser Chebet (Uganda) in 31’46"2) Bahar Atalay (Turchia) in 33’02"3) Lauren Gregory (Usa) in 33’33"4) Alesia Hecico (Romania) in 33’35"5) Gabriela Doroftei (Romania) in 34’44"9) Paola Varano (Italia) in 34’50"10) Linda Palumbo (Italia) in 35’09"14) Gaia Gaia (Italia) in 35’44"30) Anna Frigerio (Italia) in 38’11"Classifica a squadre1) Romania con 24 punti2) Stati Uniti con 30 punti3) Italia con 33 puntiSenior femminile1) Lucy Murigi (Kenya) in 1h01’26"2) Andrea Mayr (Austria) in 1h02’44"3) Sarah Tunstall (Gran Bretagna) in 1h04’16"4) Maude Mathys (Svizzera) in 1h06’02"5) Allie Mclaughlin (Stati Uniti) in 1h06’06"6) Adeline Roche (Francia) in 1h06’13"7) Alige Gaggi (Italia) in 1h07’12"8) Addie Bracy (Stati Uniti) in 1h07’46"9) Lucie Marsanova (Repubblica Ceca) in 1h08’42"10) Pavla Schorna (Repubblica Ceca) in 1h08’53"11) Ivana Iozzia (Italia) in 1h09’00"14) Sara Bottarelli (Italia) in 1h10’01"Classifica a squadre1) Stati Uniti con 26 punti2) Italia con 32 punti3) Repubblica Ceca con 41 puntiSenior maschile1) Victor Kiplangat (Uganda) in 52’31"2) Joel Ayeko (Uganda) in 52’50"3) Fred Musobo (Uganda) in 53’56"4) Jospeh Gray (Stati Uniti) in 55’35"5) Petro Mamu (Eritrea) in 55’45"6) Xavier Chevrier (Italia) in 55’47"7) Bernard Dematteis (Italia) in 56’04"8) Patrick Smyth (Stati Uniti) in 57’19"9) Andrew Douglas (Gran Bretagna) in 57’32"10) Robert Panin Surum (Kenya) in 57’39"12) Martin Dematteis (Italia) in 57’58"13) Cesare Maestri (Italia) in 58’14"Classifica a squadre1) Uganda con 6 punti2) Italia con 25 punti3) Stati Uniti con 34 punti

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.