La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 20 agosto 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

La Figc abbassa il limite di età per le visite mediche agonistiche

La Guida - La Figc abbassa il limite di età per le visite mediche agonistiche

Su proposta della Commissione medica federale, il Consiglio Federale della Figc dello scorso 27 marzo 2017 ha approvato la modifica dell’articolo 43 delle NOIF (Norme Organizzative Interne Federali) prevedendo l’obbligatorietà del certificato medico agonistico all’inizio della stagione sportiva in cui il tesserato compie i 12 anni e non più al compimento anagrafico del 12° anno di età. Da regolamento, in pratica, l’accertamento dell’idoneità alla attività sportiva agonistica ai sensi del DM del 18 febbraio 1982 diventa obbligatorio per i giovani calciatori al compimento anagrafico dell’11° anno di età, al di sotto degli undici anni resta invece sufficiente l’accertamento dell’idoneità alla attività sportiva non agonistica.Resta da capire se già in questa stagione sportiva, il cui termine è fissato al 30 giugno, le società calcistiche dovranno provvedere a far sostenere la visita medica agonistica del costo di circa 40 euro a tutti i calciatori classe 2005 e ai calciatori nati nel primo semestre 2006. L’ASL, che garantisce la gratuità della visita medica agonistica per i minorenni a partire dal 12° anno di età, è invece in attesa della ufficializzazione dell’accordo tra C.O.N.I. e Ministero della Salute e delle conseguenti disposizioni della Regione, per poter estendere il servizio anche ai ragazzi tra gli 11 e i 12 anni.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.