La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 20 agosto 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

False fatture per evadere le tasse, due aziende nei guai

La Guida - False fatture per evadere le tasse, due aziende nei guai

Cuneo – False fatture per frodare il fisco, con un’evasione superiore al milione di euro: le Fiamme Gialle hanno scoperto un’azienda cuneese specializzata nella fabbricazione di strutture e parti assemblate metalliche che aveva utilizzato questo sistema di “carta” per non pagare tasse. Il Nucleo di Polizia Tributaria di Cuneo, al termine di una vasta attività di polizia giudiziaria, ha portato alla luce la massiccia frode all’erario. Tutto è partito da una verifica fiscale su uno dei fornitori, un’azienda di verniciatura con sede a Bra e che risultava essere evasore totale. Il controllo dei documenti sequestrati nelle perquisizioni in azienda ha permesso di accertare che tutte le prestazioni tra le due società, in realtà, non erano mai avvenute e che le fatture erano state emesse solo per consentire un’evasione delle imposte.Secondo quanto ricostruito dai finanzieri, l’impresa cuneese con fatture che attestavano falsamente costi per circa 1,3 milioni di euro, era riuscita a pagare molto meno in tasse. I responsabili delle due società, un 69enne di Bra e un 60enne di Cuneo, sono stati denunciati per vari reati fiscali; è anche scattato il sequestro preventivo di terreni e immobili per oltre un milione di euro.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.