La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 22 luglio 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Federico Borgna si ricandida sindaco

La Guida - Federico Borgna si ricandida sindaco

Cuneo – Federico Borgna ha presentato la sua candidatura a sindaco di Cuneo per il secondo mandato questa mattina in piazza della Costituzione. Sotto i portici della piazza decorati dai mosaici che riprendono gli articoli della Costituzione Italiana, Borgna ha scelto l’articolo 3 che recita “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge”.: “Ho deciso di farlo in questo luogo perché per me è un luogo estremamente importante ed evocativo, perché sono sotto il terzo principio fondamentale della Costituzione forse quello a cui sono più affezionato, non solo come cittadino ma come persona, perché credo sia stato il principio che ha orientato le mie scelte di vita e non solo politiche. Ho scelto questo posto per annunciarlo anche perché questa è la prima opera di rigenerazione urbana che abbiamo concretizzato e poi siamo nella parte alta della città, la parte sulla quale si concentra la grande progettualità dei prossimi anni la riqualificazione di Piazza d’Armi, le grandi possibilità offerte dalla Caserma Montezemolo e poi siamo sull’asse che ci porta a Borgo san Dalmazzo e le sue vallate e quindi il rapporto della città con il territorio, un rapporto che vogliamo sempre più forte e stretto perché il nostro territorio se ragiona come area coeso ha delle potenzialità enormi da esprimere. L’obiettivo strategico è rafforzare il concetto di comunità”. Borgna ha poi precisato che l’annuncio della sua candidatura è stata una scelta precisa perché nulla potesse apparire scontato. “Lo hanno dato tutti per scontato per diverso tempo e io non l’avevo mai detto, perché avevo una serie di riflessioni da fare, di natura politica ma anche valoriale e personale, ma alla fine di una serie di valutazioni ho deciso di sciogliere la riserva e di candidarmi per la prosecuzione di questo mandato da sindaco. Ci candidiamo a governare la città insieme con il territorio nei prossimi anni con una nuova coalizione che parte dall’affermazione del buono che è stato fatto in questi anni e dal fatto che ogni processo di governo è sempre migliorabile e io sono convinto che questa nuova coalizione che in qualche modo vede ri-unita un’area politica che ha valori, orizzonti comuni possa essere un gruppo capace di dare una risposta amministrativa e politica alla città e il territorio valida non solo per arrivare a traghettare il 2022, ma per immaginare di portare avanti un processo divisione che possa andare al 2030”.  Per Borgna un sindaco ha un mandato di dieci anni con una verifica a metà del cammino per questo ha scelto di continuare per terminare il lavoro fatto finora. Al suo fianco buona parte della Giunta e non solo.  “In questo momento il nostro paese sta attraversando un momento di forte trasformazione – ha detto Borgna -, sia sul tema dei fattori della produzione, dello scambio delle informazioni, dei sistemi di distribuzione dei beni e dei servizi e questo mutamento della realtà porta con sé un necessario cambiamento degli assetti e degli equilibri istituzionali. Dal mio punto di vista, perde di importanza lo stato nazione e acquisisce importanza l’idea e il concetto di Europa, secondo me l’Europa deve essere l’orizzonte al quale tutti noi guardiamo ed è l’Europa l’istituzione con la quale possiamo pensare di governare flussi finanziari, economici, migrazione e anche il tema della formazione e delle opportunità per le nuove generazioni. Parallelamente dobbiamo riuscire a trovare delle chiavi di governo del territorio: quello che è accaduto con la Delrio per le Province è un primo passaggio e in un caso particolare come quello di Cuneo, credo che questa nuova situazione chiami la città e l’amministrazione che si candida a governare Cuneo e a incrementare il senso di responsabilità e il ruolo che la città può svolgere non rispetto, ma con il territorio circostante. L’amministrazione che verrà dovrà in qualche modo proseguire e incrementare la capacità di guida e di governo dei processi del territorio”.A correre per Borgna ci saranno le liste della maggioranza, Cuneo Solidale, Democratici per Cuneo, Centro Lista Civica, Per Cuneo e Crescere Insieme e due dell’attuale minoranza il Pd e i Moderati. 

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.