La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 22 luglio 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Partigiani e resistenti contro Casapound

La Guida - Partigiani e resistenti contro Casapound

Cuneo –  Anpi, Associazione Ora e Sempre,  Associazione Campeggio Resistente, Associazione Mai Tardi, Associazione Partigiana Ignazio Vian Centro Culturale Don Aldo Benevelli, Fondazione Nuto Revelli e  Istituto Storico della Resistenza Dante Livio Bianco scrivono un appello contro la candidatura alle prossime amministrative di Casapound che per la prima volta a Cuneo ha presentato un suo sindaco Fabio Corbeddu. Un appello che chiede alcune garanzie ovvero la firma di un impegno antifascista da parte della lista di estrema destra, che si candida nella città medaglia d’oro per la Resistenza. Scrivono:"La candidatura di Casapound alle prossime elezioni amministrative cuneesi non deve stupire. Nel fallimento delle promesse della globalizzazione, le destre sociali sono in crescita in tutto il mondo, e Cuneo non è l’isola felice che spesso si crede. Resta l’esigenza di vigilare su questi fenomeni, soprattutto quando simili organizzazioni, per trovare accesso alle istituzioni, indossano una maschera di presentabilità, di buon senso e buona fede. Perché la verità è questa: dietro le parole chiave di chi dice di “amare Cuneo”, si nasconde sempre l’idea di un ordine sociale fatto di gerarchie ed esclusioni. Al razzismo del solito slogan “prima gli italiani”, infatti, si aggiunge il sospetto che le famiglie cuneesi da “incentivare”, come propone Casapound, siano soltanto quelle in grado di dare figli alla patria, e che la “sicurezza” tanto invocata sia in realtà strumentale a reprimere qualsiasi dissenso sociale. Va notato che a Cuneo, città medaglia d’oro per la Resistenza, resistono alcuni anticorpi: accanto ai manifesti elettorali di Casapound sono comparse copie del discorso di Galimberti e della poesia di Calamandrei. Ma questo non basta: serve che la politica, cioè chi oggi si candida ad esercitare il potere nelle istituzioni, faccia la sua parte. Per questo, le associazioni, gli istituti scientifici e culturali e tutte le realtà dell’antifascismo cuneese si sono trovati per sottoscrivere il presente appello ai candidati alle prossime elezioni municipali. Chiediamo che i candidati esprimano la propria adesione all’antifascismo, rinunciando preventivamente ad ogni trattativa pre- e post- elettorale con la lista di Casapound. Chiediamo inoltre che i candidati, qualora eletti, si impegnino a porre in essere politiche sociali di contrasto al radicamento dei neofascismi, curandosi di quello che succede tra le fasce più deboli e marginali; e che facciano opposizione ad ogni iniziativa di segno opposto. Chiediamo infine che i candidati, qualora eletti, si facciano promotori di politiche culturali attente alla memoria storica, con investimenti nella tutela e nella valorizzazione dei luoghi di memoria, nelle progettualità di ricerca e divulgazione storica, e nelle celebrazioni del 25 aprile e delle varie ricorrenze civili e istituzionali. Non abbiamo ritenuto opportuno, in questa occasione, richiedere la convocazione del Comitato antifascista, perché, com’è noto, il Comitato è presieduto dal sindaco in carica, che oggi è anche tra i candidati: abbiamo voluto evitargli il paradosso di dover sottoscrivere un appello a se stesso. Da parte nostra, ci proponiamo per organizzare, nel mese di maggio, alcuni momenti di incontro e dibattito sui nuovi fascismi, per imparare a riconoscerli e per confrontarci sulle ragioni e sui rischi di una loro diffusione nel mondo di oggi. La cittadinanza, i candidati e tutti gli antifascisti sono fin d’ora invitati".

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.