La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 11 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

La Confcommercio ha dato il benvenuto al nuovo questore

La Guida - La Confcommercio ha dato il benvenuto al nuovo questore

Luca Chiapella, presidente Confcommercio Cuneo e vicepresidente Confcommercio provinciale, e il direttore Confcommercio Cuneo Marco Manfrinato, hanno incontrato il questore Giuseppe Pagano, per augurargli buon lavoro e rinnovare il rapporto di collaborazione dell’associazione, con la questura e la volontà di proseguire anche per i prossimi anni, le attività e gli incontri con gli associati per definire un "piano di sicurezza partecipata" che tuteli maggiormente la categoria, puntato prima di tutto su quella che le forze dell’ordine definiscono "difesa passiva""E’ stato un incontro cordiale e molto proficuo – commenta Luca Chiapella, presidente Confcommercio Cuneo e vice presidente provinciale dell’associazione -, durante il quale si è parlato della necessita’ di proseguire una azione di sensibilizzazione verso i nostri associati, sui temi della sicurezza, sui comportamenti da tenere in caso di pericolo e soprattutto la necessita’ di tutelare maggiormente i propri esercizi con infissi adeguati e un sistema di videosorveglianza – magari collegata con il centralino della questura e il comando provinciale dei carabinieri  – che e’ innanzi tutto un deterrente e poi un valido aiuto per le forze dell’ordine per identificare eventuali responsabili di furti e rapine. Naturalmente abbiamo chiesto al questore Pagano un’attenzione ancora maggiore verso quelle categorie che sono più a rischio, ossia: tabaccherie, gioiellerie, ambulanti e distributori di benzina".Per quanto concerne il sistema di videosorveglianza, esiste una direttiva nazionale che incentiva questo tipo di istallazione per una maggior sicurezza e, a tal proposito Confcommercio Cuneo si e’ fatta capofila per portare avanti questo progetto e diffondere la videosorveglianza tra gli associati, anche grazie ad un concreto sostegno da parte della Camera di Commercio, come spiega il direttore Confcommercio Cuneo, Marco Manfrinato: " grazie al confronto con la nostra e le altre Associazioni di Categoria, anche per il 2017 la CCIAA di Cuneo, è intenzionata a rifinanziare il Bando ICT- sezione Sicurezza Partecipata. Un contributo, utile e vantaggioso alle Imprese che possono così elevare il proprio livello di sicurezza, con un investimento più contenuto”.Inoltre sono stati chiariti alcuni punti che riguardano il Numero Unico delle Emergenza (Nue), entrato in vigore il 7 febbraio."Eravamo preoccupati – ha spiegato il direttore Confcommercio Cuneo Marco Manfrinato – che il nuovo sistema di chiamata del 112 potesse rallentare gli interventi da parte delle forze dell’ordine. Il questore, pero’, ed il sostituto commissario Luigi Chilla, hanno spiegato che il Nue e’ stato creato proprio per concentrare le forze di polizia sugli interventi di emergenza, eliminando cosi’ le telefonare di disturbo. Difatti stando ai dati statistici della questura, dal giorno in cui è entrato in funzione il nuovo numero di emergenza, si è registrata una diminuzione di oltre il 75 % di telefonate non pertinenti. Il questore Pagano ha anche precisato che l’obbiettivo per il futuro è quello di ridurre ancora i tempi che intercorrono tra la risposta telefonica dell’operatore e l’intervento".

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.