La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 10 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Provincia e Consulta degli Studenti insieme per l’edilizia scolastica

La Guida - Provincia e Consulta degli Studenti insieme per l’edilizia scolastica

Cuneo – Sono 57 gli edifici che ospitano gli istituti scolastici superiori di tutta la Granda e di cui si occupa la Provincia. Un impegno notevole, sia in termini   finanziari, sia per le condizioni difficili in cui versano alcuni palazzi storici  che richiedono interventi di messa in sicurezza e adeguamento alle norme. Tanto si sta facendo, ma tante sono ancora le esigenze del territorio.Per fare il punto della situazione la consigliera provinciale Milva Rinaudo con delega all’Edilizia scolastica e Istruzione ha incontrato, lunedì 27 marzo a Cuneo nella sede del Provveditorato agli Studi, la Consulta provinciale degli studenti presieduta da Alessandro Tomassetti e dal vice Andrea Vassallo. Al suo fianco il dirigente della Provincia Fabrizio Freni.  Tra il pubblico in sala una folta delegazione composta da una cinquantina di ragazzi in rappresentanza di tutte le scuole superiori cuneesi e la referente della Consulta, Giovanna Revelli. In particolare, i ragazzi hanno consegnato a Rinaudo le richieste scritte relative ai singoli edifici che presentano problemi strutturali o edili, dalla sede del Liceo di Alba alle Magistrali di Cuneo, dall’Istituto “Denina-Pellico” di Verzuolo all’Istituto “Grandis”, al Liceo Artistico “Ego Bianchi” e all’Istituto “Virginio” di Cuneo, dall’Istituto “Arimondi-Eula” e dal “Cravetta-Marconi”  di Savigliano ai Licei “Bodoni” di Saluzzo, oltre alle scuole “Mucci” e Guala” di Bra e all’Istituto “Soleri-Bertoni” di Saluzzo.“L’impegno della Provincia per l’edilizia scolastica resta la nostra priorità – ha spiegato la consigliere Rinaudo – e continueremo a fare tutto il possibile per risolvere i problemi piccoli e grandi che ci segnalate. Lavoriamo insieme. In questi ultimi anni abbiamo modificato la programmazione dei lavori per tenere conto delle vostre nuove esigenze e lo faremo ancora guardando anche ai cambiamenti sociali in atto, tra cui la decrescita demografica che si farà sentire tra pochi anni anche alle scuole superiori”.“Abbiamo fiducia nella Provincia – ha conclusa il presidente della Consulta Tomassetti – perchè in questi anni abbiamo visto che Rinaudo fa quello che promette. Confidiamo di poter continuare a lavorare insieme come siamo riusciti a fare finora”.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.