La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 15 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Mondolè Ski Alp, spettacolo più forte del maltempo

La Guida - Mondolè Ski Alp, spettacolo più forte del maltempo

Mondolè – Neve, pioggia gelata, nebbia, freddo e, alla fine, all’inizio del pomeriggio, a premiazioni terminate, un timido sole: domenica 26 marzo a Prato Nevoso è accaduto di tutto, meteorologicamente parlando, nella seconda giornata di gare della terza edizione del Mondolè Ski Alp. La tappa della Coppa del Mondo di sci alpinismo si è conclusa regolarmente e ha premiato nella gara a Sprint due campioni che hanno entusiasmato il pubblico degli appassionati: Michele Boscacci e la campionissima francese Laetitia Roux. Gli instancabili volontari coordinati dal presidente del Comitato organizzatore Giorgio Colombo e la preziosa collaborazione con le stazioni sciistiche ospitanti hanno reso impeccabile non solo lo svolgimento delle gare ma anche la spettacolarità del tracciato.Gara Individual. Le condizioni meteo avverse non hanno fermato la macchina organizzativa del Mondolè Ski Alp e sabato 25 marzo la due giorni di scialpinismo è iniziata con la gara Individual e con la 65ª Tre Rifugi, caratterizzate da ben 18 cambi di assetto, otto salite, 17 chilometri di tracciato con un dislivello complessivo di 1700 metri. Nella categoria Senior maschile trionfo per l’atleta di casa Damiano Lenzi davanti all’austriaco Jacob Herrmann e all’altro piemontese, il valsusino Matteo Eydallin.L’ossolano del Centro Sportivo Esercito, ormai monregalese d’adozione, campione del mondo nella recente rassegna iridata ad Alpago Piancavallo, ha così coronato sul traguardo di Prato Nevoso una stagione da assoluto protagonista, spinto anche dal tifo degli appassionati cuneesi. Nella lotta a distanza tra Robert Antonioli e Michele Boscacci per le prime due posizioni nella classifica generale di Coppa del Mondo il primo ha guadagnato punti preziosi: pur cadendo tre volte in discesa alla fine è giunto quarto. Boscacci era tra i primi nella prima salita, ma ha avuto problemi di stomaco ed ha finito la gara stremato in 17ª posizione.In campo femminile, la francese Laetitia Roux ha confermato il dominio nel circuito mondiale, chiudendo al primo posto davanti a Jennifer Fiechter e Axelle Mollaret. La prima delle italiane è Alba De Silvestro, 4ª, mentre la cuneese Katia Tomatis si è classificata 7ª.Nella categoria Espoir maschile ha dominato il francese Samuel Equy seguito dall’italiano Federico Nicolini. In campo femminile netto successo dell’azzurra Alba De Silvestro davanti a Giulia Compagnoni. Tra gli Junior doppio trionfo degli atleti della Nazionale italiana: Davide Magnini e Lara Martini hanno vinto in ambito maschile e femminile.Tre rifugi. Oltre sessanta gli atleti al via per la gara Open, con gli appassionati della disciplina che si sono confrontati sullo stesso tracciato dei campioni della Coppa del Mondo. L’atleta di casa Marco Testino ha vinto davanti a Emanuele Foglia e Diego Mamino. La gara Senior femminile è stata vinta dalla cuneese Silvia Rivero davanti alla svizzera Chiara Musso. Tra i Master primo il francese Alain Bellagamba davanti a Giorgio Villosio e a Luciano Veronese, mentre in campo femminile Silvia Ponzo ha preceduto Laura Mazzucco e Maria Orlando. Luca Boetti ha vinto nella categoria Junior davanti allo svizzero Gabriele Gazzetto. In campo femminile si è imposta Francesca Zucco. Tra i Cadetti primo Tommaso Casanova davanti a Marco Alifredi ed Edoardo Cavallo.Gara Sprint. Nonostante le nuvole, il cielo monregalese si è tinto d’azzurro domenica 26 marzo, grazie a tre successi di atleti italiani. Ad aprire la strada è stata Giulia Murada, vincitrice nella categoria Junior, davanti alla spagnola Julia Casanovas Cuairan ed alla francese Marie Pollet-Villard. Nella stessa categoria, ma in ambito maschile, braccia al cielo per Davide Magnini, pronto a replicare il successo ottenuto nella gara Individual. Nella categoria Espoir vittoria del transalpino Joris Perillat Pessey in campo maschile e della svizzera Déborah Chiarello in campo femminile.Grande bagarre nella finale Senior maschile: con un emozionante arrivo al fotofinish, Michele Boscacci è riuscito ad aggiudicarsi la tappa di Coppa del Mondo, anticipando di pochi centimetri il rivale svizzero Iwan Arnold, mentre è giunto più distaccato l’austriaco Daniel Zugg. Damiano Lenzi, ormai monregalese a tutti gli effetti, è giunto quinto.Nella categoria Senior femminile, netto successo per Laetitia Roux: l’atleta transalpina non solo si è aggiudicata la tappa della Mondolè Ski Alp ma anche la Coppa del Mondo di specialità, essendo quella di Prato Nevoso l’ultima tappa del circuito internazionale Sprint. Sul traguardo monregalese, alle sue spalle si sono piazzate due spagnole: Marta Garcia Farrés e Claudia Galicia Cotrina. La cuneese Katia Tomatis, sostenuta dal tifo del suo Fan Club, è giunta 13ª. La Coppa del Mondo Sprint maschile l’ha vinta italiano Robert Antonioli.Gli organizzatori. “Quella del 2017 è stata un’edizione del Mondolè Skialp di certo sfortunata dal punto di vista meteorologico, – ha commentato il presidente del comitato organizzatore, Giorgio Colombo – ma ugualmente apprezzata da atleti e dalla stessa Federazione ISMF. I nostri volontari, in questi tre anni di lavoro, hanno raggiunto una elevata professionalità che, unita a grande passione, ci auguriamo possa nuovamente regalarci l’emozione di una tappa della Coppa del Mondo di scialpinismo sulla nostre montagne piemontesi. Dobbiamo ringraziare gli sponsor privati e le istituzioni che hanno sposato il nostro ambizioso progetto. A tutti loro voglio rivolgere il più sincero ringraziamento per la fiducia, mentre ai ‘miei’ volontari’ dico semplicemente: siete voi la vera Mondolè Ski Alp. Noi la nostra Coppa del Mondo l’abbiamo già vinta”. 

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.